Resta in contatto

Miti

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

L’ex bomber friulano, inserito da voi nella formazione più forte di sempre, ha disputato ben 7 stagioni a Terni, diventando il secondo miglior marcatore dell’epopea delle Fere. Il suo ricordo dei gol più importanti

Insieme a Corrado Grabbi e a Riccardo Zampagna, nell’attacco più forte della storia della Ternana non poteva certo mancare uno come Massimo Borgobello. Per l’ex bomber di Sacile, oggi procuratore, va riservato un posto d’onore negli almanacchi rossoverdi, visto che con 79 reti è ancora oggi il secondo miglior marcatore di sempre, dietro solamente a Ostromann. Nato 1971, comincia la carriera tra dilettanti, Serie C1 e C2, arrivando a vestire la maglia del Chievo Verona in B, entrando però in campo solamente 2 volte.

ANDATA E RITORNO. La svolta arriva nell’estate del 1997, quando arriva a Terni, alla corte di Gigi Delneri ed è subito protagonista della promozione in B con 11 gol in campionato. L’anno successivo è quello della consacrazione: 31 presenze e 15 reti, con la doppietta nella partita finale al Liberati contro la Fidelis Andria, che vale la salvezza alle Fere. Attira l’attenzione del Venezia che lo fa esordire in Serie A, anche se in Laguna non ha molta fortuna e dopo soli sei mesi torna all’ “ovile”.

L’UOMO DELLA STORIA. Nella prima metà della stagione del ritorno in rossoverde contribuisce con 6 reti ad un altra salvezza. Nel campionato successivo, con Agostinelli in panchina, forma una coppia gol da sogno con Ciccio Grabbi, con le Fere che non vanno lontano dal sogno promozione. Il 2001/2002, il campionato della retrocessione e del ripescaggio, è molto sfortunato per il ‘Borgo’, alle prese con un serio infortunio al menisco che ne limita il minutaggio e il rendimento. Ma l’anno dopo, il primo di Beretta come allenatore, torna sui suoi livelli, disputando la miglior stagione in carriera dal punto di vista realizzativo, con 18 gol. L’ultimo segmento di storia con le Fere è rappresentato dalla Serie A sfiorata nel 2004, con Borgobello che forma un trio da sogno con Zampagna e Frick. Lascia Terni per la Salernitana, poi di nuovo Venezia e Triestina in B, fino ad appendere le scarpe al chiodo dopo l’esperienza a Viterbo nel 2008 in Serie D.

SEMPRE NEL CUORE.Mi fa immensamente piacere essere votato tra i migliori della storia della Ternana – ha detto Borgobello – sono passati ormai tanti anni e ora, quando mi guardo indietro, capisco veramente ciò che ho fatto per questo club. Sono molto soddisfatto di far parte della storia delle Fere e che io, a distanza di tanto tempo, sia ancora apprezzato dai tifosi“.

GOL PESANTI. L’esperienza in rossoverde di Borgobello è legata soprattutto al ricordo di due partite: “Sicuramente quella contro la Fidelis Andria, all’ultima giornata del campionato di Serie B. Aver segnato una doppietta e aver contribuito alla salvezza, in uno stadio pieno, è stata una grande emozione. Ricordo anche una partita a Siena, nel 2003, dove ho segnato il gol decisivo in un match soffertissimo disputato in inferiorità numerica“.

 

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesca
Francesca
9 giorni fa

“C’è l’abbiamo solo noi Borgobello…..” e’ rimasto nei ns ❤❤

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Grande Borgo. Ricordo un gran gol al Cagliari su appoggio di Zampagna nel 2003-2004, al Liberati. Quello era uno squadrone. Peccato il seguito.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Grandissimo Borgogoal…!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Gran giocatore completo
Tecnica velocità stacco aereo
Dribbling e tanti tanti ⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️ gooooll💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤💚❤

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Miti