Resta in contatto

Esclusive

Tozzi Borsoi: “La Ternana avrà un vantaggio: non dovrà cambiare tanto”

Nostra intervista all’ex attaccante rossoverde, ancora in campo a 42 anni col Terni Est: “Le Fere possono fare bene, ci vuole solo tempo”

Reduce dalla sfortunata finale playoff per l’Eccellenza persa a Foligno contro la Pontevecchio, Romano Tozzi Borsoi ha sempre il cuore rossoverde.L’attaccante romano, cinque stagioni alla Ternana fra il 2006 ed il 2011, tutte in C1 oggi gioca in una Terni Est che ha molto di rossoverde: patron Antonio Cardona, allenatore (già giocatore) Cris Miglietta, in campo oltre a lui anche Dianda, Cossu e Cejas. Senza dimenticare Romeo Papini, dirigente ed Alessandro Cibocchi, che allena la società ‘collegata’ (e sempre della stesso team dirigenziale) Ferentillo Valnerina.

Con Tozzi Borsoi l’occasione è buona per tirare le somme della stagione della Ternana: “Il mio giudizio è positivo – dice – anche se i playoff erano alla portata e secondo me raggiungibili. Però le cose vanno fatte gradualmente, c’è una base importante e secondo quello che ha detto il patron Bandecchi, arriveranno giocatori per fare cose importanti. Questo è stato solo un anno di assestamento”.

Sarà una serie B però ancora più dura: “Più che altro direi sarà una A2, viste le squadre blasonate che sono scese e quelle che sono salite, senza contare chi è rimasto – dice ancora – Però penso che conti il percorso, non si vince per caso, senza avere una base. Chi è stato promosso o retrocesso deve ricostruire e secondo me è svantaggiato. La Ternana invece no. Dal punto di vista dei tifosi, invece, sarà ancora più bello vedere certi stadi…”.

Ancora in campo

Classe 1979, Tozzi Borsoi si è confrontato con un campionato, quello di Promozione, nel quale giocano tanti ventenni: “E’molto dura – sottolinea – perchè loro corrono… Noi teniamo sul piano tecnico-tattico, ma gli acciacchi ci sono l’età avanza. Però ci mettiamo la passione ed il fatto che ci siamo ritrovati tra ex compagni che hanno vestito questa maglia, chiamati da un presidente anche lui ex rossoverde. Abbiamo tanta voglia di trasmettere agli altri l’opportunità che Cardona ci ha dato in questa post carriera calcistica, per la quale lo ringraziamo”.

E Miglietta, che è subentrato in panchina un mese fa  a Laureti, com’è? “L’ha presa molto seriamente – chiosa – si è documentato. Sono state settimane intense e lui è stato un grande”.

 

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Esclusive