Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lega Pro, Ghirelli, le ‘vere’ riforme e la squadra: “Con Ranucci e gli altri team vincente”

francesco ghirelli, presidente della Lega Pro
francesco ghirelli, presidente della Lega Pro

Il neo presidente della terza serie a tutto campo: “Noi abbiamo fatto i fatti, gli altri soltanto caos. A Balata dico: dobbiamo parlare, deve tenere conto della nostre squadre”

L’uscita di Francesco Ghirelli a Terni, in occasione del derby col Gubbio è stata l’occasione per parlare, col nuovo presidente di Lega Pro dei progetti che intende mettere in essere. E al primo posto – dopo le scuse rivolte a Terni, alla Ternana e alle squadre implicate nella vicenda ripescaggio –  non poteva che esserci la situazione di rottura con la Lega B.

PATTI CHIARI. Ghirelli resta l’uomo del dialogo, ma allo stesso tempo conferma la sua determinazione. “Avete visto il rapporto  pesante che si è creato fra le leghe? Tutto questo è nato perchè non hanno dato seguito a ciò che avevamo suggerito di fare nel mese di agosto – spiega – Il dialogo che ha chiesto Balata per me è semplice: ho detto a chi di dovere che per me va bene ma anche che  dobbiamo parlare. Noi siamo impegnati con la riforma del campionato, qualunque sarà il numero delle squadre della serie B, per arrivare a quel numero si dovranno tenere nel giusto contro le squadre della Lega Pro, perchè non vogliamo la beffa dopo il danno“.

RIFORME? NO, CAOS. Un tema, quello della riforma, sul quale insiste molto: “Si fanno in quel modo, come le hanno fatte loro, le riforme? Non credo. Noi siamo l’unica lega che è passata da 90 squadre a 60, le altre hanno tutte aumentato il numero. Lascino stare chi sa fare le riforme, che noi abbiamo fatto attraverso un percorso condiviso. Noi abbiamo fatto le riforme, loro invece solo un caos“, dice.

TEAM PER IL FUTURO. Parlando del consiglio direttivo, nel quale è stato eletto il presidente della Ternana Ranucci e dei suoi due vice presidenti, Ghirelli guarda lontano: “Il mio sogno – dice il neo presidente-  è quello in pochissimo tempo di cedere il passo ad una nuova generazioni di dirigenti: Cristiana Capotondi è una donna molto determinata, non fatevi ingannare dal suo volto gentile: ha gli artigli e grande carattere. Jacopo Tognon è uno dei maggiori esperti di diritto sportivo in Europa. Non so se saranno loro i nuovi dirigenti, ma adesso è una squadra forte: insieme o da soli costituiscono il mix di quello che dovrebbe essere il nuovo dirigente sportivo italiano. Quanto a Ranucci… povero lui! (ride, ndr)

METTERE IN DIFFICOLTA’. Poi va più a fondo: “Con Ranucci e con gli altri credo di aver messo insieme un Consiglio Direttivo importante – dice GhirelliHo chiesto al consiglio di mettermi in difficoltà, di costringermi a discutere, perchè è la squadra che vince. Penso di non aver sbagliato, quando scelgo una squadra difficilmente sbaglio: metto sempre i migliori, perchè io venga messo in difficoltà e possano scalzarmi”.

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] vorrebbe invece una retrocessione in meno per un campionato a 20. Ghirelli, anche quando era venuto a Terni per assistere a Ternana-Gubbio, aveva detto che, dopo il danno, non avrebbe voluto per la se…. Ecco cosa dice, ora, a TuttoC: “Ritengo ci siano tutte le condizioni per andare nella direzione […]

Articoli correlati

L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...
Rossoverdi a caccia del bis dopo aver sfatato un incantesimo che durava 18 anni: la...
Con mezza difesa fuorigioco, diventa fondamentale il recupero del centrale danese. Ma in ogni caso...

Altre notizie

Calcio Fere