Resta in contatto

Approfondimenti

Suagher: “Alla Ternana ci sentiamo tutti titolari. Kontek può fare la serie A”

Il difensore rossoverde è stato ospite a Ternana Time ed ha parlato del momento della squadra ma anche della sua personale stagione

Emanuele Suagher, centrale della Ternana, è stato ospite dello spazio di Ternana Time, al microfono di Ivano Mari. Al centro ovviamente la bella vittoria della Ternana a Viterbo, che allunga l’imbattibilità, ma non solo.

Per adesso non vedo grandi difficoltà per noi – spiega – Sta andando tutto molto bene, almeno sembra. Fino a quando lottiamo e combattiamo come contro Juve Stabia e Viterbese è difficile per gli altri affrontarci. Spero che continui sempre così, ma in caso contrario ci sarà il mister a dare schiaffi nello spogliatoio”-

TUTTI TITOLARI. Suagher parla poi di uno dei punti di forza della Ternana, ovvero il gruppo: “Quando facciamo l’allenamento tra di noi 11 contro 11 ho quasi più ansia di affrontare i miei compagni di squadra piuttosto che la domenica quando giochiamo contro gli avversari – sottolinea- Quando puoi fare due squadre così competitive, vuol dire tanto. Poi è chiaro che c’è chi è più arrabbiato adesso e chi sulle ali dell’entusiasmo, sta al mister scegliere l’uomo giusto per ogni partita. Chiaro che vorrei sempre giocare titolare, chi non vorrebbe? Però sono un professionista, mi impegno sempre al massimo e rispetto le scelte. Per esempio io ho giocato le prime quattro partite, poi mi sono fatto male, ho perso il posto, è arrivato Boben e il mister ha spostato Kontek in difesa. A volte mi domando perchè non gioco, ma poi vedo come è andata a finire e dico che ha avuto ragione lui. L’anno scorso mettevo sempre ‘io’ davanti a tutto, quest’anno è diversa”.

Ed  proposito di Kontek dice: “Penso che secondo me possa arrivare in serie A, se ci mette più cattiveria: viene da un campionato straniero con un modo di difendere diverso”. E sugli attaccanti avversari: “A me è piaciuto tanto Rauti del Palermo. Secondo me è molto bravo, in C può fare bene ma ha i mezzi per fare anche la serie A”

LA CRESTA. E non manca una battuta sulla ‘cresta’, che per lungo tempo ha contraddistinto Suagher: “La moda l’ho introdotta io nello spogliatoio, poi ha proseguito Defendi. L’ho sempre fatta…quando passo quei momenti un po’ così. L’avevo fatta rosa e mia figlia ha detto che era contenta di avere un unicorno in casa poi a Natale sono andato a casa e mamma me l’ha tagliata con la macchinetta”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti