Resta in contatto
Sito appartenente al Network

RossoVerde - Il Personaggio

Colella sulla Ternana: “Gestire tante partite ravvicinate è dura. Abbiate pazienza”

Il tecnico del Vicenza: “Io difendo le Fere. Giocare tutte queste gare ogni tre giorni, metterebbe in ginocchio la rosa più forte del mondo”.

Mentre a Terni il momento difficile della Ternana sbizzarrisce polemiche, scatena giudizi da ogniddove e parecchi arrivano a chiedere già alla società decisioni drastiche, c’è qualcuno che analizza dall’esterno la situazione delle Fere. E dice qualcosa alla quale, fino ad ora, a Terni, nessuno ha fatto riferimento per spiegare il momento delicato. E’ Giovanni Colella, l‘allenatore del Vicenza, la quadra che domenica, a Terni, è venuta a vincere per 2-0. Nel dopopartita, il tecnico dei biancorossi, i cui modi schietti e sinceri sono ben noti, ha parlato anche dei suoi avversari. Ma per prendere le loro difese.

LA TERNANA? NON PUO’ FARE MIRACOLI. Tante partite ravvicinate. La Ternana sta facendo questo da due mesi. Colella, su questo, spiega che una situazione così sarebbe difficile per chiunque. “La Ternana? Io la difendo. Perché giocare 50 partite in un mese (usa, naturalmente, un’iperbole per rendere l’idea del concetto, ndr)  è una str…zata  mai vista. Una cosa indegna“. Queste le parole del tecnico veneto in sala stampa dopo la partita di domenica. “Sarebbe – continua – assurdo per chiunque. Io, sinceramente, mi metto nei panni loro e non so proprio come facciano. Se io fossi un ternano, non mi aspetterei da questa squadra i miracoli tutte le domeniche. Perché è davvero dura, giocare ogni tre giorni, poi ancora ogni tre giorni, poi ogni quattro, poi ogni tre, poi ogni quattro e via di seguito. E’ molto dura“.

TANTE GARE RAVVICINATE, INGESTIBILI PER CHIUNQUE. Una situazione difficile per tutti. Per Colella, questi ritmi metterebbero in difficoltà chiunque. Infatti, dice: “Giocare ogni quattro giorni sempre… potete avere anche la rosa migliore del mondo, ma prima o poi, con la testa, qualcosa si molla. Per forza. Questa cosa, non è neanche da discutere. Secondo me, è complicatissimo. Non si creda che una squadra forte, con qualità e che ha cambi, possa gestire senza problemi un campionato nel quale per tre mesi gioca ogni quattro giorni. Abbiate pazienza.  Lo dico da allenatore. E’ complicato, gestire un situazione così“.

UN CAMPIONATO ASSURDO. Campionato falsato, per Giovanni Colella. Un campionato figlio di una vicenda estiva che evidentemente ha fatto storcere il naso a più di una persona, visto tutto ciò che è accaduto da agosto in poi. A discapito dei campionati e della loro regolarità. “Quest’anno – commenta – è un campionato che non saprei nemmeno come definire. Arriveremo a Natale che non avremo ancora tutte le partite disputate. Una cosa scandalosa, permettere tutto questo. E allora? Cosa si deve dire? Se mi trovassi io nei panni della Ternana e in questa situazione, un po’ di gatte da pelare le avrei. E’ una cosa che non esiste“.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Baldini ( ha un caratteraccio, ma grande stratega e trascinatore , cose che mancano alla ternana)"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da RossoVerde - Il Personaggio