Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Stadio-clinica: la Regione sblocca il progetto della Ternana, ok agli 80 posti

Annuncio a sorpresa della Regione: approvato il progetto della società rossoverde. Che però era stato voluto da Bandecchi, adesso sindaco e quindi impossibilitato ad agire ufficialmente. Che ne sarà ora della clinica?

Stadio-clinica, nuovo capitolo. A sorpresa, a fine anno, la Regione Umbria approva in un colpo solo l’ampliamento dei posti letto in ospedale (562) e sopratutto l’assegnazione di 80 posti convenzionabili da destinare “a strutture private accreditate e convenzionate nella provincia umbra che ne risulta attualmente sprovvista”. L’annuncio è dell’assessore regionale Melasecche, sotto la cui sfera di competenza è adesso la questione dell’ospedale.

Di fatto l’ok alla costruzione della clinica a supporto della realizzazione del nuovo Liberati. I posti – ai quali se ne aggiungono 42 non convenzionabili solo privati – dovranno riguardare le discipline di chirurgia generale, medicina generale, oculistica, ginecologia, ortopedia, otorinolaringoiatria e riabilitazione e rieducazione funzionale.

La palla passa adesso al Comune di Terni, che aveva dato l’ok al progetto con la giunta Latini e che adesso dovrà decidere come muoversi. Vale ricordare infatti che da un punto di vista tecnico, Bandecchi e Unicusano – di cui Bandecchi è proprietario – non potranno realizzare a questo punto nè direttamente nè ufficialmente la clinica in quanto Bandecchi adesso è sindaco. Il progetto però porta la firma della Ternana Calcio, sia pure nella precedente gestione.

Dunque adesso bisognerà capire se e come vorrà Guida con il suo team portare avanti il progetto. Di sicuro, il progetto dovrà essere messo al bando. Sarà interessante capire chi si farà avanti: “Ora l’amministrazione ternana deve celermente fare il bando pubblico aperto ai privati per realizzare la nuova super clinica privata di Terni con un unico problema che potrebbe mettere a repentaglio il tutto: ovvero che l’area ove dovrebbe sorgere la clinica è rimasta nella proprietà di Unicusano, cioè del sindaco di Terni. Si sbrighi a risolvere questa criticità poiché i ternani e gli operatori della sanità hanno bisogno di risposte serie”, dice il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Spada Francesco Ferranti.

 

Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

La regione cioè Perugia vuole la città di terni che sparisca siete solo delle

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il bello è che fino a ieri certi personaggi tutti contrari, oggi gli stessi si vogliono prendere tutti i meriti, Sacciofa e compagnia brutta. Populismo in toto, non dicono mica che il progetto è stato tenuto in un cassetto per paura che venisse poi approvato dal Ministero e di conseguenza Terni toglieva posti a Perugia, questo non lo dicono, è dovuto andare Bandecchi in Regione per ritrovare le carte che magicamente sono riapparse, anche se poi hanno provato ancora ad ostacolare il progetto chiedendo ulteriori modifiche. Adesso gli oppositori chiedono al Sindaco di sbrigarsi a rendere realtà quanto progettato, dimostrazione… Leggi il resto »

Ernesto
Ernesto
1 mese fa

Sai quanto ce ne frega di una clinica sportiva in cui non entreremo nemmeno.
Il nuovo, grande inceneritore che dovrà lavorare tutta la rumenta dell’Umbria, piuttosto, quello si che c’interessa.
Clinica = inceneritore? NO GRAZIE.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Un ringraziamento al centro coordinamento presieduto da Maggi Claudio e suoi collaboratori mai arresi a chi rideva…..e capaci di raccogliere una marea di consensi e portarli al tavolo delle istituzioni regionali. Ancora grazie

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ora chiedono al sig.Bandecchi di mantenere le promesse fatte..cioè Clinica e stadio ….ma non erano quelli che dicevano in primis che non si potesse fare nulla, in secondis…che fare il sindaco non è compatibile con ,gestire la squadra di calcio della propria città, mantenere un palazzetto con costi esuberanti …..e allora come la mettiamo ora???? P.s. ricordo 2024 si vota in regione.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Hanno ritrovato la chiave del cassetto ….era andata ” SMARRITA ” …ahahah…taglianastri. .. taglianastri…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ci vuole tanto poco per capire che questo progetto molto importante tempo fa, è oggi una bufala.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ma Ferranti seriamente ha rilasciato tali dichiarazioni?
La faccia come il c**o, se fosse.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ho il presentimento che questa decisione era da un po di tempo nei cassetti della Regione…non vorrei pensar male!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il bello che adesso tutti si stanno prendendo i meriti della cosa.

jak
jak
1 mese fa

Ah ora Ferranti si preoccupa dell’area? Stia tranquillo il Sindaco non fara’ nessun ostracismo,l’ha detto subito.Piuttosto,anche quelli che ora saliranno sul carro dei vincitori(e’la prima volta che la Regione Umbria guarda il sud dopo averci espropriati di tutto…per ultimo la sanita’)si ricordino quello che hanno detto e che continuano a dire su Bandecchi l’unico dopo almeno cinquant’anni che ha dimostrato di avere a cuore la citta’
Meditate gente,meditate

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Si avvicinano le elezioni

Articoli correlati

Nelle Fere Carboni c'è e stessi 11 di Reggio, Lecco a possibile trazione offensiva....
Breda verso la riconferma dell'undici di Reggio, tante assenze per Aglietti....
Dopo la vittoria di Reggio Emilia, Breda cambia poco o nulla....
Calcio Fere