Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Ternana-Palermo, Breda: “La squadra sta bene, ma ora voglio i risultati”

Il tecnico rossoverde parla alla vigilia del ritorno sulla panchina del Liberati: "Abbiamo lavorato sull'intensità, Favilli è convocato"

Dopo il pareggio di La Spezia e la sosta del campionato, mister Roberto Breda si prepara a tornare al Liberati per la partita della sua Ternana contro il Palermo. Ecco le sue parole nella conferenza stampa.

“Questi 15 giorni sono stati molto produttivi a livello di intensità e qualità di lavoro, i ragazzi si sono messi a completa disposizione. Ma conterà solo il risultato del campo di domani, dobbiamo avere la voglia di vincere, ma anche essere bravi ad interpretare la partita. L’atteggiamento dei ragazzi mi è piaciuto, ma nel nostro lavoro contano solo i numeri, da una parte è un aspetto crudo, ma dall’altro ti da un feedback su come hai lavorato, faremo di tutto per fare una grande partita”

“Abbiamo lavorato sia sugli interpreti che su qualcosa di diverso a livello di squadra, poi durante la partita potremo cambiare atteggiamento. Ho potuto conoscere meglio alcuni ragazzi, le loro caratteristiche, l’allenamento di Frosinone mi ha dato buone risposte. Non dobbiamo viverla come se fosse un’ultima spiaggia, ma con la giusta serenità. Saranno più partite all’interno della stessa partita, in base anche alla stanchezza delle squadre”

“Nella preparazione della gara c’è sempre la valutazione dell’avversario, ma poi è ovvio che dobbiamo trovare la nostra identità. Palermo in crisi? Hanno ancora un’ottima classifica, sono una grande squadra, hanno lavorato più serenamente nei 15 giorni. Ma in B non ci sono partite scontate, anche contro lo Spezia abbiamo avuto l’atteggiamento giusto e fatto una buona prestazione, abbiamo rispetto per tutte le squadre, ma dobbiamo avere la convinzione di poter uscire da questa situazione”

“Ogni allenatore ha un metodo, delle idee e dei principi, quando si cambia tecnico c’è sempre qualche cambiamento. Oggi non esiste più la marcata differenza tra forza e resistenza, ma si cerca l’intensità costante. Come staff sappiamo cosa vogliamo e quale è il percorso per arrivarci, abbiamo avuto delle buone risposte, ma non bastano due settimane, anche se subito vogliamo vedere i primi risultati”

“Le condizioni di Favilli? Ha avuto un affaticamento ma è convocato. Non ho nessun preconcetto sulla coesistenza di alcuni giocatori, poi parla il campo. A Viviani chiedo quello che sa fare, non è impossibile che giochi con Labojko, poi dipende da come si svolge il match e dall’avversario”

“Indisponibile è solo Travaglini. Rosa troppo corta? Al di là dei numeri contano anche le caratteristiche dei giocatori, anche se numericamente non hai 28 giocatori abbiamo comunque calciatori che sanno fare più ruoli, quindi siamo abbastanza coperti. Non lo vedo come un problema, devo capire come tutti quanti possano darci una mano. Poi adesso non possiamo fare nulla fino a gennaio, quando ragioneremo con il direttore, ma per ora va bene così”

“Il centrocampo del Palermo non è proprio a tre, perché uno gioca più centrale e un altro è una mezza punta, credo molto nel trovare i riferimenti in campo e non essere mai in inferiorità numerica. Il Palermo è una squadra forte, ma ancora non la vedo omogenea nei movimenti, dobbiamo essere bravi a contrastarli”

“Tutti gli aspetti sono migliorabili, innanzitutto perché siamo ultimi e perché abbiamo cominciato da poco. Ma non deve essere un alibi, domani voglio altre risposte, non voglio scuse ma soluzioni, dobbiamo andare a colmare il gap”

“Mantovani? Sta bene, è stato uno dei pochi a fare 90 minuti a Frosinone. In difesa ho molte alternative tra tanti titolari, anche chi non gioca non lo vedo come seconda linea. Dipende da come voglio leggere la partita, ho 5 titolari in difesa, spetta a me intercettare i periodi di forma”

“Come allenatore mi piace esaltare i punti di forza della squadra, ma poi mi piace anche codificare l’organizzazione. E’ un lavoro sempre dinamico, nessun calciatore ha avuto dei dubbi su quello che gli ho chiesto, vedremo se avrà saputo costruire un vestito su misura. La formazione? Io non ho nessun segreto da bomba atomica, ma i ragazzi le cose le devono sapere da me, e non dai giornali. Rispondo su tutto, ma non sulla tattica, se ho anche un 1 per mille di possibile vantaggio voglio mantenerlo, poi spesso penso una cosa al sabato e la notte mi vengono altre idee”

“Le palle inattive sono un punto di forza del Palermo, dobbiamo stare attenti e dare tutti un po’ di più. Ma penso che anche loro devono stare attenti, visto che nell’ultima partita abbiamo fatto due gol in questa situazione”

“Favasuli? E’ un giocatore moderno, può dare diversi ruoli, sia la mezz’ala, che il quinto o l’attaccante esterno. I giovani convocati? Preferisco avere dei ragazzi in allenamento per lavorare a squadre contrapposte e portarli con noi gli accelera la crescita”

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

La squadra starà bene quando e se arriverà a centro classifica

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Anche Lucarelli diceva che la squadra stava bene….qui contano le vittorie nn le chiacchiere

Articoli correlati

Prima seduta per il portiere ex Real Madrid, ma lavora a parte....
Su Instagram tanti commenti positivi per la prodezza del giocatore rossoverde che ha sbloccato il...
Rossoverdi al lavoro all'antistadio Taddei, in preparazione della gara col Lecco....
Calcio Fere