Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Disastro Ternana: hai 11 punti in meno della scorsa stagione

Dai proclami della Serie A ad una salvezza aritmetica ancora non raggiunta a 90 minuti dal termine del campionato: involuzione sotto tutti i punti di vista

La sconfitta maturata sabato a Como, la quarta consecutiva, conferma la pessima tendenza della Ternana, che sta chiudendo nel peggiore dei modi questo campionato. Solo i risultati delle altre rivali permettono ai rossoverdi di essere virtualmente salvi, visto che soltanto una combinazione imponderabile di eventi potrebbe negare alla compagine di Lucarelli la permanenza in Serie B.

PROCLAMI CONTROPRODUCENTI. Ma è una magrissima consolazione, per una società ed un gruppo che partiva con ben altre ambizioni. L’ennesima conferma che fare proclami non solo non serve, ma in molti casi può essere addirittura controproducente, soprattutto alla luce del fatto che squadra e allenatore non hanno saputo reggere l’eccessiva e continua pressione imposta dal presidente. I numeri sono lì a certificarlo: la Ternana, rispetto alla scorsa stagione, ad una partita dal termine, ha ben 11 punti in meno.

SOPRAVVALUTAZIONE. Già il raggiungimento di quota 54 ed il 10° posto finale in classifica, buonissimo risultato per una neopromossa, non erano stati salutati da Bandecchi con moltissimo entusiasmo e questo ha portato ad alzare l’asticella per il campionato successivo. La strepitosa prima parte di questa stagione, con le 5 vittorie consecutive ed il primo posto in classifica raggiunto, ha sicuramente fuorviato su quelle che erano le reali potenzialità dei rossoverdi (non tanto a livello di qualità della rosa, quanto invece di profondità e di tenuta psicofisica) tanto che dopo il primo periodo di successiva flessione, Lucarelli è stato esonerato.

FINALE DA INCUBO. Da quel momento in poi il giocattolo si è rotto e nemmeno un tecnico esperto ed affermato come Andreazzoli ha saputo raddrizzare la situazione. Eppure il ritorno dell’allenatore livornese aveva riportato entusiasmo e voglia di lottare, ma dopo aver verosimilmente messo in ghiaccio la salvezza ed essere rientrati, almeno numericamente, in lotta per i playoff, la Ternana si è sgretolata e non ha più saputo trovare le motivazioni per affrontare le ultime partite. Un allenatore già con le valigie in mano e perennemente in guerra contro tutti dà l’impressione di aver mollato ed il risultato finale, tornando al titolo del pezzo, è che una squadra che, quantomeno, doveva migliorarsi rispetto all’annata precedente, è riuscita a conquistare il misero bottino di 43 punti. Nella storia recente, peggio ha fatto soltanto nelle annate 2017/18 e 2005/06, in cui, però, è retrocessa in Serie C.

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti