Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ternana-Turris 2-2, le Fere sbattono sulla barriera Corallina

Solo un pareggio al Liberati, si interrompe la lunga serie di vittorie, ospiti a lungo in vantaggio, Falletti sventa il peggio.

La dodicesima vittoria di fila non arriva. Si interrompe la striscia di successi della Ternana, che torna a doversi accontentare di un solo punto. Il 2-2 in casa con la Turris, nell’ultima sfida dei rossoverdi dell‘anno solare 2020, alla fine arriva adirittura a salvare le Fere dalla loro prima sconfitta stagionale. I Corallini, infatti, hanno a lungo cullato il sogno, visto che fino alla mezz’ora della ripresa si trovavano addirittura in vantaggio e riuscivano a chiudere ogni spazio a una squadra di casa quasi incredula. Difesa e contropiede, per gli uomini di Franco Fabiano. E infatti, due ripartenze sono state fatali nel primo tempo per le Fere, pure passate in vantaggio per prime. Quanto è bastato, per mandare in scena la partita più sofferta di questo 2020-2021.

PANDOLFI SORPRENDE LE FERE. Squadra simile a quella di Avellino, per la Ternana. Ma tornava titolare Cesar Falletti, con Raicevic in attacco al posto di Vantaggiato. Confermata le stessa difesa vista al Partenio la settimana prima. La Turris, invece, si è subito messa in campo con atteggiamento guardingo e attento, ma è una squadra sempre pronta a colpire nel momento giusto. E lo ha fatto pure al Liberati, osando farlo su un campo che ha lasciato sempre le briciole a tutte. Un campo sul quale è stata la squadra di casa, a segnare per prima. Punizione dal limite di Falletti, recperato e tornato titolare, e gol alla Pirlo. Un 1-0 legittimato dalla solita superiorità della squadra di Lucarelli. Ma poi, ecco la Turris venire fuori e la capolista annebbiarsi. Non solo, la squadra ospite è riuscita a pareggiare, ma si è pure portata avanti nel punteggio. Protagonista dell’uno-due, l’ottimo attacante Pandolfi, bravo a trovare prima il pareggio su uno spunto personale che ha ingannato Boben e poi il vantaggio di testa da cross da sinistra di Giannone. Sopresa, la Ternana è sotto di un gol. E il colpo, la squadra rossoverde, lo ha accusato. E’ vero che da lì  alla fine del primo tempo ha sempre provato a fare il gioco, ma non sembrava la stessa Ternana di sempre, complice anche la granitica e coriacea difesa dei Corallini.

CADUTA SCONGIURATA. Secondo tempo cominciato con un paio di occasioni sprecate dalla Ternana, entrambe con Raicevic. Ma la squadra di Lucarelli, per quanto provasse a spingere, si è trovata a cozzare contro il muro di una Turris ben chiusa e pronta a ribattere colpo su colpo. Si è fatta persino pericolsa sfiorando il terzo gol, con tre o quattro ripartenze finite però male. Col passare dei minuti, l’azione della squadra di Lucarelli si è fatta sempre meno lucida. Ma l’evento provvidenziale è arrivato a ridosso della mezz’ora, quando il portiere Abagnale e il nuovo entrato Vantaggiato sono entrati in contatto in area campana, inducendo l’arbitro Perenzoni di Rovereto a decretare il rigore per i rossoverdi, trasformato da Falletti. Finale sostenuto e frenetico, con i rossoverdi a sfiorare un paio di volte la rete di una insperata quanto clamorosa vittoria. Ma stavolta, non è arrivata. Il 2-2 è stato un risultato sostanzialmente giusto. Anche se, in un modo o nell’altro, nessuna delle due squadre può ritenersi soddisfatta. La Ternana, infatti, è costretta a farsi rosicchiare due punti dal Bari, mentre la Turris assaporava un clamoroso successo sul campo della schiacciasassi del campionato. Può rifarsi già mercoledì,la squadra di Franco Fabiano. La Ternana, invece, starà ferma per il turno di riposo e dovrà guardare le altre giocare, comprese le inseguitrici, Bari in  testa, che cercheranno di roscchiare altri punti alla capolista.

Il tabellino.

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone (15’st Bergamelli), Russo, Boben, Salzano; Proietti, Palumbo (15’st Damian); Partipilo (15’st Vantaggiato), Falletti, Furlan (44’st Defendi); Raicevic (24’st Peralta).

In panchina: Vitali, Diakité, Ndir, Paghera, Onesti, Ferrante, Torromino. Allenatore: C.Lucarelli.

TURRIS (3-5-1-1): Abagnale; Rainone, Lame, Lorenzini; Da Dalt (42’st R.Fabiano), Tascone (42’st D’Alessandro), Signorelli (33’st Romano), Franco, Esempio; Giannone (38’st Alma); Pandolfi (33’st Persano).

In panchina: Barone, Loreto, D’Ignazio, Esposito, Brandi, Marchese, Longo. Allenatore: F.Fabiano.

Arbitro: Perenzoni (Rovereto).

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Massimo
Massimo
3 anni fa

Arbitro troppo permissivo,sul gol del pareggio netto fallo su Proietti.Sarebbe stata fantastica la dodicesima,ma va bene così.ora bisogna ricaricarsi per ripartire alla grande. Un solo grido FORZA FEREEEEEEE

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

La barriera corallina ??‍♂️

Articoli correlati

Lo 0-0 di Brescia è uno dei ben sei risultati a reti bianche della 34' giornata....
L'ottimo ingresso in campo di Dionisi a Brescia fa aumentare le sue quotazioni in vista...
Gol, rigore e punizione in area, tutto negato dopo che l'arbitro aveva dato la rete....

Altre notizie

Calcio Fere