Resta in contatto

Esclusive

Scaia porta un pezzo di Ternana in Azerbaigian: “Nuova cultura da scoprire, sarà stimolante”. E sulle Fere…

Il preparatore atletico della storica salvezza sotto la gestione Liverani raggiunge Carbone e De Biasi nella Nazionale caucasica: “Quell’anno in rossoverde: la più grande impresa della mia carriera”

Non solo Benito Carbone. C’è un altro pezzo di Ternana che è pronto all’avventura internazionale. Nello staff della Nazionale dell’Azerbaigian, infatti, il neo ct Gianni De Biasi, oltre all’ex tecnico rossoverde ed a Claudio Bellucci, ha chiamato anche due umbri, uno dei quali legato alla Ternana. Federico Turriziani, perugino, tecnico di vari esquadre dilettanti, reduce da esperienze in Canada e negli Usa sarà il match analyst, mentre il preparatore atletico sarà l’umbertidese Alessandro Scaia.

Come lo stesso spiega a noi di Calciofere, la sua chiamata è legata proprio alla sua militanza a Terni, nella stagione 2016-17, quando era nel team di Carbone e del suo vice Alessandria: “Mi  ha chiamato De Biasi, su suggerimento di Carbone, con cui abbiamo lavorato insieme sia alla Ternana che alla Venezia, quando lui ha fatto il vice di Walter Zenga”.

UN MONDO NUOVO. Ancora pochi giorni di vacanza, poi il preparatore umbertidese è pronto alla sfida: “Per me sarà una esperienza nuova, tutta da scoprire- spiega – cultura diversa, modo di fare calcio diverso tutto da scoprire ed un lavoro anche diverso, visto che il preparatore atletico di una nazionale fa l’armonizzazione del lavoro che già i giocatori fanno nei club e cercare i protocolli individuali per ciascuno. Sono stimolato anche dal fatto che si va in una zona diversa completamente: c’è da scoprire per esempio che cultura del lavoro hanno, ci sarà per esempio da capire come lavorare sul fronte alimentare con una popolazione in prevalenza musulmana, che ha le sue prescrizioni. Noi chiaramente dovremo adattarci”.

Tempi già fissati, pandemia permettendo: “Il raduno è fissato per il 28 agosto, visto che l’esordio è fissato per il 5 settembre a Baku contro il Lussemburgo per la Nations League: vorremmo andare un po’ prima, ma per esempio, lì c’è ancora il lockdown, fino al 5 agosto. Si stanno allenando solo le formazioni impegnate nei preliminari delle coppe europee, il Qarabag Adgam ed il Neftchi Baku”

TERNANA. La storica stagione 2016-17 ha lasciato il segno anche nella memoria di Scaia: “Mi sono tolto diverse soddisfazioni, come per esempio la semifinale nazionale di Coppa Italia con l’Alessandria – spiega –  ma per me la salvezza raggiunta con la Ternana resterà sempre l’impresa più grande. Ho vissuto quasi tutta quell’annata: c’ero all’inizio con Carbone, poi sono tornato con Liverani: il 6 marzo eravamo ultimi ad 8 punti dalla penultima.Nessuno avrebbe scommesso su di noi”

La mente scorre veloce a quelle partite: “Ricordo la gara di Ascoli come un tripudio e poi il ritorno a Terni, con i festeggiamenti, quando tutti ci davano per spacciati. Abbiamo fatto 0-0 col Carpi e tutte vittorie in casa. Abbiamo battuto la Spal che si giocava la serie A, alla penultima. Difficile trovare il ricordo di una impresa più importante in carriera: resterà per sempre scolpito in me”

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Esclusive