Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Settore giovanile

Silvio Paolucci e Dino Pagliari: “Noi due accoppiata vincente per il vivaio”

Silvio Paolucci

Le due ex glorie rossoverdi oggi fanno team alla guida del settore giovanile della Ternana: “Obiettivo, formare un gruppo di ragazzi per portarli in prima squadra”

Non hanno vestito il rossoverde insieme, perchè quando Dino Pagliari abbandonava la Ternana Silvio Paolucci arrivava per restarvi tre anni, adesso però l’ex centrocampista e l’ex attaccante sono la nuova coppia di responsabili del settore giovanile rossoverde.

Paolucci è arrivato lo scorso anno in questo ruolo ed oggi è il direttore, mentre il suo collega è il direttore tecnico. Ruoli distinti ma in simbiosi: “Ognuno ha le sue competenze, lavoriamo in perfetta sintonia, non esiste concorrenza fra noi e con noi è in sintonia Silvano Sini, responsabile della scuola calcio“, dice Paolucci (nella foto in alto). Che poi elogia Pagliari: “E”un valore aggiunto in più per il nostro settore giovanile per raggiungere un apice comune che è quello di tornare a far brillare il settore giovanile come una volta“.

Intanto, sono 57 i ragazzi in più, tre squadre in più: “Una bella soddisfazione – dice Pagliari – anche se il problema logistico per il reperimento dei campi ci ha portato via molto tempo. Però è bello che siano tanti, vuol dire che c’è un grande legame fra la squadra e la città e noi vogliamo costruire una cosa bella per la città”.

Pagliari Dino

Dino Pagliari

NON SOLO CRESCITA TECNICA. Lavoro sul campo, ovvio. Perchè è di formare calciatori che si parla. Ma quando ci sono di mezzo i bambini non è mai la sola cosa che conta. “Uno degli obiettivi che ci poniamo  – dice Pagliari   è quello di abbassare i toni e togliere tutto ciò che c’è di aggressivo nel mondo del calcio, tutto deve essere vissuto nel modo più piacevole possibile.

Vogliamo che questo sia il filo conduttore dai primissimi calci fino, speriamo, alla Primavera (in caso di C sarà Berretti) sia dal punto di vista tecnico, tattico, atletico ed etico”. Da qui anche la richiesta di una foto insieme delle due squadre prima e dopo il match: “Insegneremo che non abbiamo nemici, ma solo ragazzi con una maglia diversa, che sono come noi“, dicono.

OBIETTIVO PRIMA SQUADRA. Intanto il gruppo cresce: “Siamo partiti anche quest’anno un pò in ritardo – dice Paolucci – ma avevamo le idee più chiare rispetto all’anno scorso. Stiamo crescendo, è un lavoro che continua“. Paolucci e Pagliari accoppiata vincente?  L’ex attaccante sorride: “Se lo dite voi…. Io s solo che abbiamo un traguardo: gettare le basi per arrivare fra tre o quattro anni a portare un gruppo di ragazzi in prima squadra: è solo a quello che noi pensiamo“.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Settore giovanile