Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La penna in trasferta- Tripi (Calciorosanero): “Ternana occhio, Diakitè può essere l’arma in più del Palermo”

Calciofere anticipa la sfida con i colleghi di Calciorosanero.it.   Ecco cosa ci ha detto Valerio Tripi: "Alla squadra servono punti per tenere il ritmo promozione"

Palermo e Ternana al lavoro per la sfida che vedrà le due formazioni scontrarsi domani sera al Barbera (ore 20.30). Come di consueto, Calciofere anticipa la sfida con i colleghi di Calciorosanero.it.   Ecco cosa ci ha detto Valerio Tripi.

Come arriva il Palermo a questa sfida?

Il pareggio di Cremona ha lasciato un po’ di amarezza, ma anche la consapevolezza di potersela giocare con chiunque. Non può essere un caso se a Parma, nel doppio confronto col Como, nel doppio confronto con la Cremonese il Palermo ha sfiorato il bottino pieno e ha vinto a Venezia all’andata. Questa è una squadra che deve migliorare nei dettagli e sia lo staff tecnico che i giocatori ne sono consapevoli. Bisogna  evitare quelle distrazioni che costano vittorie come quella contro la Cremonese che sembrava a portata di mano, in una corsa promozione che si deciderà punto su punto e sarà vinta da chi sbaglierà meno”

Cosa deve temere il Palermo della Ternana e viceversa?

“Stiamo entrando in una fase caldissima del campionato di B. Se già normalmente nel campionato cadetto chiunque può battere chiunque, in questa fase le partite saranno ancora più aperte. La Ternana ha fame di punti e non si formalizzerà certo più di tanto se di fronte avrà l’ambizione di un Palermo che ha 20 punti in più in classifica. La necessità di tirarsi fuori dalle zone calde della graduatoria è quello che il Palermo deve temere di più. Stesso ragionamento con obiettivi diversi vale anche per la Ternana che deve temere la voglia di riprendersi i punti persi per strada a Cremona e soprattutto quello di continuare il filotto di vittorie in casa dei rosanero”.

Come sta vivendo la vigilia il grande ex Diakitè?

“Difficile dirlo dal momento che gli allenamenti sono a porte chiuse e la squadra lavora lontano da stampa e tifosi nel fortino del nuovo centro sportivo rosanero realizzato poco fuori città. Di certo leggendo le dichiarazioni di Capozucca Diakitè qualche motivazione in più la troverà, anche se per quello che abbiamo imparato a conoscere in queste settimane il giocatore non ha certo bisogno di motivazioni esterne per caricarsi. Un ninja resta un ninja a prescindere dai fattori esterni”

Quali giocatori potrebbero fare la differenza?

“Possibile che fra questi possa esserci proprio Diakitè. I tifosi si aspettano molto anche da Insigne che fino ad ora non ha avuto un rendimento costante. Brunori è arrivato in doppia cifra ed è possibile che non si voglia fermare più. Ranocchia poi segna da quattro partite di fila ed è fra i giocatori più pericolosi del Palermo per qualità, quantità e concretezza”.

Qual è la situazione della squadra? È possibile fare un probabile undici?

“Di solito Corini le rotazioni le effettua sulla terza partita quando ci sono turni infrasettimanali. Valuterà se è il caso di confermare l’11 di Cremona con un ballottaggio probabile fra Di Mariano e Insigne in attacco. Se dovesse confermare lo schieramento giocherebbero Pigliacelli; Dikitè, Nedelcearu, Ceccaroni, Aurelio; Segre, Ranocchia, Gomes; Di Mariano, Brunori, Insigne”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Pulcinelli: "A Terni almeno per non perdere". Squadra in ritiro e lettera aperta alla piazza...
Torna titolare dopo tanto e para un rigore all'Ascoli, in lotta salvezza con le Fere...
Il tecnico delle Rondinelle ha parlato nella conferenza di vigilia del match contro le Fere:...

Altre notizie

Calcio Fere