Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Ternana Women, a Pavia basta un tempo per la vittoria

Finisce 1-2 a Pavia la sfida fra le lombarde e la formazione di Melillo, che sbaglia anche un calcio di rigore. Vetta confermata

Falcidiata dagli infortuni, la Ternana  Women riesce comunque a portare a casa i tre punti nella difficile trasferta di Pavia. Decidono Sara Tui (che sbaglia anche un calcio di rigore) e Tarantino, rispettivamente all’inizio e alla fine del primo tempo. Nella ripresa la Ternana soffre, ma il Pavia non trova il pari. Rossoverdi sempre al comando.

Primo tempo

Subito spettacolo in avvio, con la Ternana a segno dopo 1’20’: Fusar Poli riceve da Vigliucci, il tiro dell’ex San Marino è respinto dal portiere, ma Sara Tui è in agguato a centro area e scaraventa in rete. Reazione immediata delle pavesi con un contropiede di Cavallini: Dubini di testa fa sponda per Accoliti che va a a segno ma è fuorigioco. A seguire gran veronica di Vigliucci in mezzo a due, palla a centro area e scambio con Vigliucci ma il portiere Migliazza manda in coner.

La Ternana spreca il 2-0 con Wagner che ruba palla alla difesa pavese ma non trova compagne per la conclusione al tiro e al 27′ incassa il pari:  Di Criscio perde palla, Accoliti serve Codecà che si coordina e la mette nell’angolo lontano. Risposta rossoverde: numero di Lombardo, palla in mezzo a due per Wagner che manda alto di poco. Subito dopo Vigliucci pesca Tarantino che tutta sola centra una traversa. Sul capovolgimento di fronte numero di Asamoah che trova Codecà, la quale ci prova di testa, con Ghioc pronta alla parata. La Ternana segna nel recupero: su rimessa del Pavia, Vigliucci ruba palla e avanza, poi crossa per Tarantino che di testa fa centro.

Secondo tempo

Al 10′ Codecà, su lancio di Cavallin si mangia un gol da un metro, poco dopo Di Criscio trova invece Migliazza pronta alla parata. Al minuto 16 mani del Pavia su tiro di Di Criscio: è rigore, ma Sara Tui calcia male e Migliazza ci arriva col piede.

Poi la stanchezza prende gradualmente il sopravvento. Il Pavia è costretto alle barricate in area di rigore perchè la Ternana comunque spinge, pur senza impegnare Migliazza, poi a  10′ dalla fine le lombarde si riaffacciano con un contropiede di Dugo senza esito. L’ingresso di Pirone nel finale regala un po’ di brio alle rossoverdi che però non trovano altri spunti per arrotondare il risultato. Occasionissima nel finale per il Pavia con una punizione dal limite conquistata da Accoliti non sfruttata.

Il tabellino

PAVIA (4-3-1-2): Migliazza; Semplici, Dubini (28’st Contena), Asamoah, Grumelli (40’st Avallone); Cavicchia, Dugo, Cavallin; Accoliti; Longoni (14’st Zecchino), Codecà. A disp: Terni,  Zangrandi, Ottina, Salterio A., Crevacore, Polillo All Salterio R.
TERNANA (3-5-2):  Ghioc; Pacioni, Di Criscio, Zannini; Lombardo, Wagner, Sara Tui, Fusar Poli, Vigliucci; Porcarelli (30’st Pirone), Tarantino (44’st Ferrara).  A disp: Sjeika, Sacco, Pirone, Massimino, Maffei, Labianca. All. Melillo.
ARBITRO: Mirri di Savona (assistenti: Aimar-Cocomero)
MARCATRICI: 1’pt Sara Tui (T), 27’st Codecà (P), 45’+1 pt Tarantino (T)
NOTE: Giornata freddissima, terreno di gioco in buone condizioni. Ammonite Dubini (P),  Pirone (T). Calci d’angolo: 2-5. Recupero 3’pt 5’st. Al  16’pt Migliazza (P) para un rigore a Sara Tui (T).

La dodicesima giornata

Bologna-Hellas Verona 2-3
Cesena-Arezzo 2-0
Chievo Verona-Parma in corso
Genoa-Freedom Cuneo 3-0
Lazio-Ravenna 7-0
Pavia Academy-Ternana 1-2
San Marino Academy-Brescia 2-4
Tavagnacco- Res Roma VIII 2-2

Classifica

Lazio,  Ternana 37;  Parma 34;   Cesena 34;  Genoa,  Hellas Verona 27; Brescia 21; Chievo Verona 20; Arezzo 17;  Res Roma VIII 15;  Bologna 14;  Pavia Academy 12;  San Marino Academy, Freedom Cuneo 9;    Tavagnacco 5; Ravenna 1

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Presentata la versione femminile dell'opera da distribuire alle scuole....
Partita brutta e nervosa, le rossoverdi centrano una traversa con Quazzico ma non vanno oltre...
La dirigente barese resterà quindi al timone della gestione sportiva ancora fino al giugno 2026...
Calcio Fere