Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, quale destino per il talento umbro Capanni?

L’esterno tifernate ha debuttato ad Ascoli dopo 18 mesi di assenza per infortunio. Quali sono le sue condizioni? Può restare?

Gabriele Capanni e la Ternana. Un destino tutto da scrivere, quello  del ragazzo di Città di Castello, che dopo 18 mesi dall’ultima partita è riuscito a giocare 9 minuti ad Ascoli Piceno, facendo così il debutto assoluto in maglia rossoverde.

Mai visto prima, nemmeno in amichevole, perchè questo esterno classe 2000 si infortunò dopo i primi allenamenti ad Acquasparta, per una ricaduta del precedente problema maturato a Cesena e da allora non s’è più visto. La Ternana, come è noto, avrebbe voluto forzare i tempi, perchè crede in questo ragazzo. Ci crede soprattutto Lucarelli, che lo ha avuto a Catania e ne conosce le potenzialità. Ma il cartellino è del Milan ed il club rossonero ha chiesto prudenza. Così si è arrivati all’ultima di campionato.

Il prestito è scaduto, la Ternana non ha esercitato il diritto di riscatto, anche se avrebbe potuto (il Milan disponeva comunque dell’opzione di controriscatto). A quello che risulta, i rossoverdi vorrebbero provare a chiedere di nuovo il prestito al Milan, anche perchè il ragazzo è ancora un Under 23 e quindi non andrebbe ad occupare una delle otto caselle riservate ai prestiti senior (complessive, fra entrate ed uscite), ma è probabile che vorrà prima valutare le effettive condizioni dell’esterno.

Talento cristallino e sfortuna

Chi scrive segue Capanni da quando, appena quindicenne, fu lanciato in serie D col Trestina, squadra della omonima frazione di Città di Castello: si mise subito in evidenza, tanto da guadagnarsi la chiamata del Milan, dove ha fatto la trafila nelle giovanili, con due stagioni straordinarie che gli valsero anche l’Azzurro. Capanni è uno dei migliori prospetti del calcio italiano. 

Lo ha dimostrato dovunque ha giocato: nelle sfide col Catania contro la Ternana, fece letteralmente ammattire la difesa rossoverde. Poi l’infortunio a Cesena, dopo una prima parte di stagione con 15 partite e 2 reti. La domanda però nasce spontanea, come diceva Lubrano:  perchè un ragazzo di vent’anni è rimasto fermo 18 mesi? Perchè non è riuscito a recuperare (subendo fra l’altro un nuovo intervento)?

Sarebbe interessante capirlo e saperlo con precisione, così come bisognerebbe fare luce sulle sue effettive condizioni fisiche. Perchè un giocatore come lui farebbe molto comodo anche nella prossima stagione, a patto ovviamente che sia lo stesso dei tempi del Catania.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti