Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Vibonese-Ternana, Lucarelli: “Noi favoriti? Lo dicono per metterci pressione” (VIDEO)

Il tecnico rossoverde parla alla vigilia della trasferta calabrese in una conferenza stampa direttamente dall’aereoporto prima di imbarcarsi: “Avversario di valore, dovremo essere concreti”

Una Ternana carica come non mai, reduce di otto vittorie consecutive, si appresta ad affrontare l’insidiosa trasferta del “Luigi Razza” contro la Vibonese. Alla vigilia del match Cristiano Lucarelli ha parlato in conferenza stampa, in collegamento dall’aeroporto prima di partire per la Calabria:

“La Vibonese mi è sembrata una squadra di gamba, come già lo ero lo scorso anno. Hanno dei giocatori sulla destra come Berardi, Statella, che hanno grande corsa. Hanno una situazione di classifica che non rispecchia il loro reale valore, sarà una gara dove sarà determinante essere più concreti possibile, non sarà facile giocare come abbiamo fatto ultimamente

“Che atteggiamento mi aspetto? Non lo so, hanno giocato anche mercoledì, certamente questo potrebbe darci un vantaggio a livello di freschezza atletica, però non lo so. E’ una squadra che in casa ha fatto bene, poi non ci dimentichiamo che ha qualche partita da recuperare e la loro classifica non è realistica. Fuori ancora non sono riusciti a trovare una continuità”

“Ci eravamo già passati in questa situazione dopo Paganese a Cavese, e abbiamo trovato un avversario difficile come la Virtus Francavilla contro cui abbiamo faticato. Oggi quanto incontrano la Ternana gli avversari cercheranno di fare la partita della vita. I complimenti? Molti sono fatti solamente per metterci pressione, ma questo non mi interessa e non leggo i giornali. Magari sono gli stessi che ad inizio campionato non ci nominavano nemmeno. Chi dice che caleremo fisicamente? Prendo spunto dal film “Non ci resta che piangere” con una battuta: Mo me lo segno!”

“Secondo me abbiamo 25-26 titolari, domani sicuramente metteremo qualche giocatore più fresco. Domani dovremo avere fame, cinismo sotto porta e rispetto totale per l’avversario, che secondo me non ha ancora espresso il suo potenziale, in un campo dove è difficile giocare. Dare tutto per scontato è il preludio per gli scivoloni”

“La formazione? Ogni settimana ho 2-3 situazioni da valutare, quasi sempre non arriviamo “pulitissimi” alla partite perché noi facciamo allenamenti ad alta intensità e c’è sempre qualche problemino. Devo valutare quali saranno i giocatori che danno garanzie sotto tutti i punti di vista

Torromino si è sbloccato, ma gli ho sempre detto che per adesso non servivano i suoi gol, poi magari quando gli altri si bloccano sì. Ho sempre parlato di reparto e che non mi serviva un attaccante da 15-20 gol, ma un reparto intero che segnasse e così sta accadendo. Non voglio dare punti di riferimento agli avversari, che non devono aspettarsi chi segnerà”

“La difesa? Di solito gli allenatori cambiano mal volentieri dietro, ora che si è creata la giusta solidità e meccanismi che funzionano, eccetto sugli esterni per dare fiato a Mammarella e Defendi che non sono più giovanissimi. Frascatore è recuperabile, Diakitè e Suagher sono giocatori di sicuro affidamento, ma in questo momento risulta difficile togliere Boben e Kontek. In gruppo ci sono tanti calciatori forti e nel prosieguo della stagione, con infortuni e squalifiche, ci sarà spazio per tutti. Un mio vecchio allenatore diceva: ‘Gli schemi sono importanti, ma se hai giocatori bravi vengono meglio'”

“Un pensiero su Maradona? E’ stato l’idolo della mia infanzia e il personaggio che mi ricorda quando ero bambino. Ho fatto un post dove prendo le distanze dai moralisti, che predicano bene e razzolano male. Quelli che giudicano Maradona e fanno peggio. E’ stato il riscatto sociale di Napoli e dei napoletani, l’idolo dell’Argentina. Non ha mai voluto essere il simbolo di nessuno. Ha sempre pagato sulla sua pelle gli errori. Una grandissima perdita. Per me il Dio pallone era lui. Lui ha trascinato alla vittoria del Mondiale e del campionato Argentina e Napoli. Perché andare a pescare debolezze ed errori di un uomo che ha pagato su se stesso. A me la gente quando fa demagogia mi sta sui coglioni”.

 

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Sarebbe meglio richiamare Cristiano Lucarelli"

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Se dobbiamo paragonare Lucarelli al catenacciaro Andreazzoli tutta la vita Lucarelli...."

Mercato nullo: a che campionato può aspirare la Ternana? Dite la vostra (SONDAGGIO)

Ultimo commento: "Ma quale serie A dovesse accadere chi ti dà i soldi per iscrizione e tutto il resto, la serie A costa,se riesci ad arrivarci devi sperare in un suo..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News