Resta in contatto

Approfondimenti

Bandecchi: “Brava Ternana, ma ci sono ancora molti difetti da correggere”

Parlando al Corriere dello Sport, il presidente rossoverde sposa la linea del profilo basso: “Partipilo? Non venga a giocare in ciabatte. Felice, ma il 25 aprile è lontano”

Il patron della Ternana Stefano Bandecchi ha parlato dell’impresa rossoverde a Bariu con il ‘Corriere dello Sport’, ma ha dato una sua particolare visione del match.

NIENTE FESTE. La prima, seguendo la scia del suo tecnico Lucarelli è che non c’è tempo per festeggiare. Anzi, la squadra a suo dire ha fatto emegere ‘alcune problematiche serie: “come il gol preso visti i due giocatori lasciati soli. Ci siamo fatti mettere sotto negli ultimi minuti del primo tempo, meno male che siamo tornati negli spogliatoio, poi abbiamo fallito grosse occasioni. Ci sono difetti da correggere e non guardo la classifica avendo giocato più di altri. Mi sento in vetta di un punto. Siamo una buona squadra che gioca contro altre buone squadre, tenendo il profilo giusto. Lucarelli è una magia, sa dire ai giocatori le cose buone e soprattutto quelle sbagliate“, sottolinea, non lesinando una stoccata a Partipilo: “Gli ho detto che la prossima volta non deve venire a giocare in ciabatte, riferendomi ai due gol che non ha segnato! E’un aspetto da correggere e l’ha capito”.

COESIONE. La dote migliore della Ternana? Per il presidente è il gruppo: “C’è grande coesione fra proprietà, staff e giocatori. Lavoriamo per creare un blocco unico e per ora ci stiamo riuscendo. Abbiamo la fortuna che molte componenti si conoscono da tempo ed i nuovi si sono amalgamati mentalità e obiettivi. Oggi la nostra forza è essere squadra, vinciamo e soffriamo insieme”. Bandecchi spiega di aver parlato con la squadra: “Sanno che siamo solo all’11. partita e ce ne sono ancora tante da giocare. Siamo contenti di quanto accade, ma il 25 aprile è lontano. Sperando di arrivarci, perchè sono terrorizzato, data la situazione”. Il riferimento è ovviamente ad una possibile sospensione del campionato se l’emergenza sanitaria dovesse richiederlo ancora.

TERAMO E GRANDI NUMERI A proposito di sfide da vincere ancora, ecco il Teramo: “E’ molto pericoloso, ci sono almeno una decina di squadre da temere – dice- ma se vogliamo fare bene dobbiamo continuare a vincere. Ma loro hanno la nostra stessa ambizione. Prima o poi accadrà di perdere, certo. Ma sapremo affrontare quel momento”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Grande

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Bravo per essere perfetti e cinici non dobbiamo mai concedere sarebbe un guaio

Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "Professionista esemplare ho avuto l’onore di conoscerlo bene"

Top 11 rossoverde, Liverani: “Alla Ternana periodo unico e intenso” (VIDEO)

Ultimo commento: "Con troppa ingiustificata leggerezza non è stato confermato per poi sostituirlo con Pochesci. Sbaglio di una gravità enorme. Grazie Fabio"

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: ""C'è l'abbiamo solo noi Borgobello....." e' rimasto nei ns ❤❤"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti