Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, la rincorsa alla Reggina ora può partire dal Liberati

Gli eventi che hanno cambiato il calendario offrono una grande occasione alla formazione di Gallo per provare ad accorciare ancora il distacco dai calabresi

Può sembrare un paradosso, ma dopo un girone di andata che le ha appiccicato addosso l’etichetta di squadra da trasferta, adesso la Ternana ha la grande occasione di poter tornare a fare dello stadio di casa un fortino. Quel ‘Liberati’ che ha visto la Ternana cadere contro Monopoli ed Avellino adesso può restituire i punti lasciati per strada.

Si perchè lo scherzo del destino, in questo caso sotto le sembianze dello sciopero indetto dal presidente di Lega Pro Francesco Ghirelli che ha fatto saltare la prima giornata, in protesta per il silenzio del Governo sulla defiscalizzazione dei club di terza serie, mette di fronte la Ternana ad uno scenario clamoroso: tre partite in casa, contro le formazioni che occupano gli ultimi tre posti in classifica.

Domenica 19 gennaio alle 15 la gara contro il Rende di Andrea Tricarico, mercoledì 22 alle 20.45 il recupero contro il Rieti e il 2 febbraio alle 15 match contro la Sicula Leonzio che ha appena cambiato allenatore, tornando a Vito Grieco. In mezzo, la trasferta di Monopoli: tre gare su quattro in casa che diventano quattro su cinque se ci aggiungiamo la gara di andata di coppa Italia contro il Catania del 29 gennaio alle 15.

Occasione più unica che rara, quindi per provare a fare bottino pieno. Il presidente Bandecchi, peraltro, già nella sera di mercoledì su Instagram ha chiamato a raccolta il pubblico in vista della gara di Rende e lo stesso ha fatto dalle colonne de Il Messaggero:Abbiamo 12000 abbonati e tutti insieme non li abbiamo visti mai. Spero che vengano in tantissimi e che siano due giornate clementi“, ha detto in riferimento alle due sfide ravvicinate. Certamente, l’occasione è importante per la squadra per lanciare una rincorsa ancora possibile.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Ezio Brevi, il capitano di tante battaglie

Ultimo commento: "Grande uomo, prima ancora che grande calciatore, mi spiace che la Ternana non lo abbia riconfermato nello staff tecnico"

Paolo Doto, il “Geniaccio” con le Fere nel cuore

Ultimo commento: "Lo ricordo quando vincemmo il campionato ed andammo in serie b un grande Paolo doto. Sempre forza Barletta"

Luis Antonio Jimenez, il mago cileno che ha incantato il Liberati

Ultimo commento: "Un grande talento, uno dei più forti visti a Terni"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Dopo il “maestro” Corrado Viciani, Tobia è e rimane il più grande allenatore passato per Terni, e, il più grande “ultras” di tutta la curva..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti