Resta in contatto

Approfondimenti

Rinnovamento, ma senza rivoluzione: il segreto di questa Ternana

Rispetto a un anno fa, un gruppo nuovo, ma non rifondato. Gallo: “Vi spiego le nostre scelte, mirate anche su quello”.

Secondo posto in clssifica, per la Ternana, dopo 13 partite giocate. “Un punto del campionato – commeta l’allenatore Fabio Gallo che già ti dice quanto vali“. Soprattutto, una condizione in cui la squadra è in grado di proiettarsi nei prossimi mesi con l’obiettivo di dare la caccia al primo posto e alla vittoria del campionato. “Intanto – dice lo stesso allenatore – c’è un gruppo che lavora bene. Sin dall’estate, abbiamo cominciato un certo percorso. Non a caso, ho chiesto alla società di poter cominciare a lavorare prima per poter lavorare meglio“. I tempi giusti, ma anche il gruppo giusto. Con tanti calciatori nuovi, ma anche con tanti riconfermati dalla passata stagione.

UN NUOVO CONTESTO. Forse, quest’anno, la ricetta giusta è stata proprio quella di cambiare molto la squadra senza rivoluzionarla, saltando il passo dell’amalgama iniziale che nelle stagioni passate aveva sempre costituito un handicap, in gioco e risultati, per gruppi nuovi di zecca. “Abbiamo fatto delle scelte e delle valutazioni ben ponderate – dice su questo mister Gallo – e i giocatori che sono rimasti sono quelli che per i tre mesi finali della passata stagione mi hanno dato delle risposte, non tanto sotto l’aspetto calcistico quanto in un contesto legato a risposte morali. Da qui, abbiamo fatto scelte in grado di portarci a tenere uno zoccolo duro che potesse accogliere i giocatori nuovi. E così, ci sono stati calciatori che, visti in campo la scorsa stagione, non erano da confermare; ma poi, parlandoci, è stato possibile capire lo spessore degli uomini e capire che in un contesto differente avrebbero potuto ancora darci una mano. Spesso, infatti, succede che in contesti diversi si può rendere diversamente. Vi faccio un esempio: se a scuola trovate un compagno di banco che chiacchera sempre, voi non riuscite a seguire la lezione; mentre se avete il compagno che sta attento, fate più attenzione anche voi“.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti