Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, nella Paganese degli ex ce n’è uno che scalpita

Ritorno al Liberati per tanti tesserati del club azzurrostellato. Per uno in particolare c’è grande voglia di rivincita in una stagione nella quale sta ben figurando

Non sarà una partita come le altre, Ternana-Paganese, in programma domenica 10 novembre allo stadio Liberati alle 17,30, per parecchi tesserati del club azzurrostellato. Nel club campano infatti, ci sono diversi nomi che hanno avuto a che fare in tempi diversi con la Ternana. Per qualcuno tornare al Liberati sarà un dolce ricordo, per altri avrà più il sapore della rivincita.

E’ il caso di Abou Diop: l’attaccante senegalese a Terni ha giocato sei mesi nella stagione 2014-15, in serie B: 8 presenze senza lasciare granchè traccia. La Ternana lo ha incrociato l’anno scorso, a Pesaro: giocò per intero la gara al Bruno Benelli, mentre nel ritorno al Liberati ebbe solo il tempo di assaggiare il campo con 8 minuti nel finale. A Pagani ha trovato nuova vita: 4 gol nelle prime 10 partite poi un infortunio che è coinciso con la crisi di gol dei campani. Ora Diop – che ha appena prolungato il contratto per un anno – è pronto e aspetta una chiamata del tecnico Erra.

A Terni, sia pur velocemente è passato anche un altro giocatore campano, Mariano Stendardo: cinque presenze nell’anno del ritorno in B (stagione 2011-12), finito però per una squalifica nel Febbraio 2012: a 36 anni si è rimesso in gioco dopo l’esperienza a Matera.

Il vice di Erra è un giocatore che a Terni ha ben figurato, vale a dire Guido Di Deo. In rossoverde dal 2008 al 2010, 51 presenze e 4 per l’ex centrocampista originario di Battipaglia alla prima esperienza in panchina dopo il ritiro al termine della stagione 2017-18 giocata in serie D ad Agropoli. Il coordinatore dell’area tecnica è un altro ex rossoverde, Guglielmo Accardi. Difensore, militò nelle Fere ai tempi della promozione in serie B della Ternana di Rinaldo Gelfusa e l’anno scorso si rese protagonista di un gesto che gli valse due mesi di inibizione (tirò una borraccia verso un avversario). Per lui esperienze da dirigente con Chievo Verona, Nocerina, Savoia e Casertana.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti