Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, hai la sindrome da scontri diretti: mai una vittoria

Campanello d’allarme per De Canio: alla prova del nove contro avversarie con lo stesso obiettivo, per adesso la missione è fallita. La matematica aiuta ancora, ma fino a quando?

Se è vero che una stagione di successo passa anche dagli scontri diretti, allora in casa-Ternana deve cominciare a suonare un campanello d’allarme. Perchè delle quattro partite contro avversarie dirette concorrenti per il vertice, De Canio e compagni non ne hanno vinta nemmeno una.

PAREGGI. Il bilancio è mesto, anzi mestissimo: due punti appena sui 12 in palio, entrambi dal sapore molto amaro, sia pur con retrogusti diversi: il pari di Trieste, con la formazione rossoverde avanti con Marilungo e raggiunta poi da Petrella ma con Defendi e compagni calati alla distanza, che hanno rischiato persino di perdere nel finale e l’altro 1-1 del recupero casalingo contro la Feralpisalò, che non è stata una sconfitta solo perchè ci ha pensato nei minuti finali Diakitè.  Poi sono arrivate le sconfitte, egualmente pesanti di Pordenone e con il Vicenza Virtus.

RIMEDIO. Urge rimedio, anche abbastanza in fretta, perchè prima della sosta la Ternana dovrà affrontare ancora la Fermana – sabato prossimo, sempre al Liberati – e il 22 dicembre il Ravenna fuori casa, posto che ormai non è un più uno scontro diretto la trasferta di Bolzano, vista la classifica del Sutirol. De Canio deve lavorare molto su questo aspetto, perchè una squadra che punta a salire di categoria – traguardo che nessuno in casa rossoverde ha mai nascosto –  non può permettersi di fallire gli scontri diretti per il vertice. E se è vero che la Ternana è ancora virtualmente prima – ammesso che vinca i due recuperi – è altrettanto chiara l’involuzione sul piano del gioco.

Noi di Calciofere non partecipiamo alla gara di ‘tiro al De Canio’ che sta andando in scena, perchè la squadra è visibilmente stanca e sicuramente tutto quello che è successo in estate sta incidendo, avendo reso più intenso il calendario, ma è chiaro che va trovata una soluzione in tempi brevissimi, perchè per l’obiettivo prefissato la matematica non potrà essere ancora di conforto  a lungo.

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma forse hanno bisogno di un manico, vero che non sia scimmia e non mummia, hanno bisogno di avere ognuno al loro posto, hanno bisogno di sentirsi qualificati per quello che fanno…nella vita si può fare una cosa e fatta bene, quando ne vuoi fare già due, una l’hai sbagliata a prescindere!! Diamo di nuovo un ruolo importante: DIRETTORE SPORTIVO…il mister si impegni in altro, nelle sue competenze

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Forse pagano una preparazione atletica altanelante tra la serie C e la serie B che la distratti molto dalla concentrazione di un campionato complicato come la serie C !!!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

la Ternana è senza gioco, senza idee e senza voglia….

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti