Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Ternana-Gubbio, il silenzio prolungato dei Lupi rossoblù

Squadra, società e tecnico non parlano con i media eugubini da un mese. Una soluzione nella quale i rossoblù si trincerano spesso

In attesa di conoscere come andrà a finire il derby fra Ternana e Gubbio, una prima certezza c’è: dalle parti di via Parroccini, sede del Gubbio calcio, nessuno parlerà prima della partita. La società infatti è in silenzio da un mese esatto alla data di domani (erano 25 lo scorso 3 novembre, prima della gara col Rimini)

Un’arma, quella del silenzio stampa, nella quale la società si rifugia ormai abitualmente ogni anno, per protestare contro alcuni articoli di giornale (in particolare, in questo caso, dei quotidiani). Uno strano silenzio stampa, in realtà, che si limita a togliere le conferenze stampa prepartita e quelle di metà settimana, lasciando però quella del tecnico post gara.

Ed è un silenzio stampa strano, perchè i tesserati non parlano con la stampa di Gubbio, mentre invece rilasciano interviste tranquillamente – anche prima della partita – con i media delle città sfidanti. Peraltro, il record della stagione scorsa è già stato battuto: a gennaio 2018 il tecnico Pagliari rimase zitto per venti giorni e 19 ore (esatte).

Ma almeno ha portato bene, il silenzio? Da allora, cioè dal 9 ottobre sono arrivate due sconfitte (Imolese e Feralpi Salò), due vittorie (Fermana e Rimini) ed un pari (col Sudtirol). Insomma, giudicate voi…

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] lasciateci giocare, per una volta…. – che magari sia stato anche un pò ‘ per quel nostro articolo di ieri che ha avuto una vasta eco anche sui media eugubini (la testata Gubbiofans diretta dal collega […]

Articoli correlati

I rossoverdi non fanno più un risultato utile lontano dal Liberati dal primo aprile 2023,...

Il presidente: “In alternativa potremmo giocare a Roma, Perugia, o Gubbio. Ma cedo. Semmai, prendo...

La sconfitta col Sudtirol in casa ha concretizzato in casa rossoverde qualcosa che non era...

Calcio Fere