Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Tar del Lazio, poi Collegio del Coni o Tfn: per la Ternana incognita tempi

Rossoverdi in campo domenica anche per evitare possibili conseguenze dallo stop prolungato, ma il rimpallo fra tribunali allontana sempre più le possibilità di un reintegro in serie B

Sulle possibilità di rientro in B della Ternana aleggia lo spettro dei tempi. Siamo già a fine settembre ed ancora la Ternana non conosce quale sarà il proprio destino, il campionato di appartenenza e questo continuo rimpallo tra organismi, sta allungando il tempo oltremodo, rendendo sempre più difficile e complesso il rientro in serie B della Ternana.

IL TIMING. Comunque vada a finire oggi, ci sarà già un’altra udienza dopodomani: in caso di esito favorevole alla Ternana potrebbero addirittura essere altre due, perchè se il Tar tornerà di nuovo sulle sue decisioni riabilitando il Collegio di Garanzia del Coni, questo potrà finalmente pronunciarsi sul format dei campionati. Il bivio a quel punto sarà la ormai mitologica – e mai resa pubblica – graduatoria di ripescaggio, con la relativa posizione della Ternana (dipenderà da cosa si deciderà in merito alla vicenda-Catania e all’illecito sportivo pendente e sulla vicenda della retroattività del Novara).

In sostanza, se il format tornerà a 22 squadre, allora – mentre la Ternana nel frattempo sarà già scesa in campo a Pesaro – lunedì 1 ottobre una seconda udienza dirà quali tre fra le sei pretendenti hanno diritto al ritorno in B. In caso di format confermato a 19, questione verosimilmente finita.

Se invece il Tar dirà che il Collegio di Garanzia del Coni non ha titolo a pronunciarsi sul format, come in una sorta di ‘Monopoli’ si ripasserà dal via, cioè dal Tribunale Federale Nazionale. A questo punto sarebbe praticamente impossibile definire le tempistiche perchè partirebbero ricorsi, contro ricorsi e carte bollate.

IN CAMPO. Le ricorrenti, fra cui la Ternana, torneranno in campo anche per questo, per evitare che proseguendo nel frattempo le stagioni di serie B e serie C, la mancata discesa sul prato verde possa condurre a sanzioni, o peggio, alla esclusione dal torneo. Giocheranno ‘con riserva’, chiedendo cioè in ogni momento in reintegro in B. Nel frattempo però il tempo passa e proprio lo scorrere delle giornate di campionato rischia di rendere impossibile anche tecnicamente il reintegro.  Un gatto che si morde la coda. Una pagina nera per il calcio italiano che difficilmente avrà eguali nel prossimo futuro.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti