Resta in contatto

Rubriche

“Don Chisciotte” al Liberati, c’è pure chi vuole il bis. E Defendi…

Tifosi stadio Liberati

I tifosi continuano ad andare allo stadio per ascoltare il brano di Guccini dagli altoparlanti. Chiedono che venga ripetuto più spesso. Pure il capitano si emoziona.

“Suonala ancora, Sam”. Come nel film “Casablanca“, con Humphrey Bogart. I tifosi, allo stadio Liberati, ascoltano il “Don Chisciotte” di Francesco Guccini, suonato per due volte al giorno e per tre volte consecutive ogni singola volta, chiedendo a gran voce di rimeterlo da capo.

QUELLE NOTE CHE CARICANO. Il brano, programmato da mercoledì scorso in attesa della sentenza del Coni sui ripescaggi in serie B, continua a risuonare finché questa sentenza non arriverà. Anche oggi, due passaggi al giorno. E così sarà, finchè il Collegio di garanzia non renderà note le sue decisioni. E anche oggi, diversi tifosi si sono fatti trovare allo stadio nei due orari di programmazione, alle 11 e alle 16, per ascoltare quel pezzo che dà la carica e che parla di lotta contro i potenti per la giustizia. Molti di loro ascoltano in silenzio, altri girano video con i loro telefonini, per condividere la cosa su Facebook, anche con “l’ennesima diretta” fatta sui gruppi. Nel pomeriggio, quando alla terza esecuzione la programmazione è terminata, dopo l’applauso qualcuno dagli spalti ha gridato: “Mettetela ancora! Fatelo ininterrottamente! Fino a martedì, se c’è bisogno!”.

L’EMOZIONE DI DEFENDI. Particolarmente suggestiva è stata la programmazione del brano allo stadio alle ore 20 del giorno in cui sarebbe dovuta arrivare la sentenza, venerdì 7 settembre. Un’atmosfera quasi magica, con le note di Guccini ad echeggiare in un Liberati già immerso nelle prime ombre della sera. Con un uomo, in mezzo al campo, ad ascoltare in silenzio e con il volto pieno di emozione: Marino Defendi, il capitano della Ternana, immortalato da un video in diretta (del quale riportiamo qui sotto un fotogramma) diffuso sul gruppo Facebook chiamato Hic Sunt Ferae.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Rubriche