Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Settore giovanile

Giovanili e scuola calcio, festa d’avvio: “No nemici, solo maglie diverse”

Presentazione settore giovanile

Paladivittorio gremito per la presentazione delle formazioni giovanili rossoverdi. De Canio: “Ci sarà tempo per il risultato, adesso divertitevi”. Pagliari: “Vogliamo farvi crescere, non solo come calciatori, ma anche come uomini”

Una festa con tanto di lotteria a premi e gli immancabili autografi con selfies a fine appuntamento. La presentazione del settore giovanile ed in particolare della scuola calcio della Ternana, ospitata in un Pala DiVittorio che si prepara al grande evento degli europei Paralimpici di scherma ha aperto ufficialmente la stagione dei piccoli rossoverdi. A fare gli onori di casa insieme all’addetto stampa Lorenzo Modestino nel ruolo di anfitrione, il tecnico della prima squadra Gigi De Canio, accompagnato dal club manager Paolo Tagliavento e da una rappresentanza di giocatori della prima squadra: Altobelli, Bergamelli, Gasparetto, Lopez e Vives 

Gremiti gli spalti, sono andati a ruba anche i 140 gadget: “Non sono bastati per tutti, sarete soddisfatti appena possibile“, si scusa Dino Pagliari rivolgendosi nel suo discorso direttamente ai piccoli calciatori: “Certamente è importante l’agonismo, ma voglio ricordarvi che avremo di fronte bambini e ragazzi che hanno una maglia diversa dalla nostra, ma che sono assolutamente come voi, non sono nemici, i nemici non esistono. Proporrò di fare una foto tutti insieme, sia all’inizio che alla fine della partita”. Poi spiega: “La scuola calcio è il filo conduttore della squadra con il territorio, noi abbiamo chiesto a voi di venire e siamo contenti che abbiate risposto così in tanti”. Poi sottolinea: “Vogliamo farvi crescere, non solo come calciatori, ma anche come uomini”

I bambini cominceranno a sudare subito: “Anche se non avete ancora il kit, venite con maglietta e pantaloncini bianchi, l’importante è cominciate ad allenarvi“. Gigi De Canio, nel suo saluto ai ragazzi ha sottolineato cosa è importante nel settore giovanile: “Ci sarà tempo per pensare al risultato, ora l’importante è che veniate a giocare, a divertirvi: se qualcuno di voi diventerà un campione e farà strada, lo vedremo, ma adesso non importa”.

Paolo Tagliavento, che ha portato i saluti del presidente Ranucci aggiunge: “Dovete essere orgogliosi di portare questa maglia, così come noi siamo orgogliosi di avere voi fra le nostre fila”.

IL SETTORE GIOVANILE. Sono 19 le squadre del settore giovanile compreso il settore femminile, tre in più dell’anno scorso.  Responsabile Silvio Pagliari, responsabile tecnico Dino Pagliari, mentre Silvano Sini è il responsabile della scuola calcio e Franco Farracchiati del settore femminile.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Società completamente disorganizzata, regna ancora ad oggi 25 gennaio una grande confusione.......per me si rischia tanto.....ci vorrebbe un DG con..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Vi scrivo da Empoli, Andreazzoli è un grandissimo allenatore e promuove un calcio moderno....dategli tempo e magari giocatori adatti al suo gioco e..."

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Settore giovanile