Resta in contatto

News

Antonello Valentini (ex segretario Figc): “Atti per la B a 19, manca una firma”

Logo serie b

Clamorosa scoperta dell’ex dirigente federale: “Azione cautelativa in una guerra totale, va segnalato al Collegio di Garanzia del Coni”. Di Cintio: “Rischio nullità”. Intanto ricorre anche la Pro Vercelli

Una notifica clamorosa arriva da Antonello Valentini, ex segretario generale della Figc. Rispondendo ad un commento dell’avvocato Cesare Di Cintio, esperto nella questione ripescaggi (seguì qualche anno fa il Novara) il quale sottolineava come la partita fosse tutt’altro che chiusa e che c’erano grandissime possibilità non solo per avere 22 ma anche 24 squadre in serie B, fa notare che sui documenti che certificano la modifica normativa che porta a 19 il campionato Cadetto a 19 manca la firma del segretario federale. Ecco il testo della mail:

Egregio avvocato,sarà opportuno far notare al Collegio di Garanzia del CONI anche questo aspetto inedito e molto significativo. 
Sulle modifiche normative per la B a 19,i tre Comunicati ufficiali della Figc hanno solo la sua firma di Commissario; il segretario federale si cautela e non firma.Un precedente senza precedenti.
Negli ultimi 30 anni della storia e degli atti ufficiali della Figc,non era mai accaduto.Nelle gestioni ordinarie dei presidenti Matarrese, Nizzola, Carraro, Abete e Tavecchio e nei quattro periodi Commissariali affidati a Pagnozzi, Petrucci,Guido Rossi e Pancalli, i Comunicati ufficiali della Federcalcio -quelli che “fanno legge” e hanno carattere pubblico sotto tutti i punti di vista- sono sempre stati emessi a doppia firma: quella del Presidente o del Commissario in carica (in basso a destra) e quella di ratifica del Segretario federale (in basso a sinistra).
Questa volta, c’è solo la firma del Commissario Fabbricini.Il segretario federale Di Sebastiano non ha firmato i provvedimenti con i quali,nel giro di 10 giorni, Fabbricini ha smentito se stesso,con una capriola assecondata dallo staff giuridico di Malago’,a sua volta pressato da Lotito che avrebbe messo sul piatto un accordo per un presidente Figc gradito al n.1 del Coni,contro il cartello elettorale Sibilia-Gravina-Tommasi-Nicchi,forte del 73% dei voti.

La mancata firma del Segretario federale sui tre Comunicati Ufficiali per la B a 19 ( numeri 47/48/49),sa tanto di legittima difesa o di legittima cautela,di fronte alle cause per danni e al rischio di risarcimenti personali in solido.Alla guerra dichiarata dai club esclusi dai ripescaggi, si sono aggiunte contro Fabbricini le dichiarazioni di fuoco del presidente del sindacato calciatori,l’ex azzurro Tommasi, e del n.1 della Lega Pro Gravina che ha sollecitato anche l’intervento del Governo attraverso il sottosegretario allo Sport Giorgetti”.

Di Cintio risponde: “Gentilissimo direttore quando da lei evidenziato è corretto e notato da altri occhi attenti come i suoi. inoltre la tesi e supportata da norme federali in quanto ai sensi dell’articolo 13 comma 1 NOIF, infatti, “le decisioni degli organi e degli enti operanti nell’ambito federale sono pubblicate mediante comunicati ufficiali firmati dal Presidente e dal Segretario”. La norma in esame prevede, quindi, che tutti i comunicati federali debbano essere firmati da entrambe i soggetti indicati: Presidente e Segretario! La mancanza della sottoscrizione comporterebbe, a mio parere, la nullità del provvedimento”.

Intanto anche la Pro Vercelli si accoda al ricorso della Ternana: la formazione piemontese chiede oltre a ciò che chiede la Ternana, in subordine anche lo stop della prima giornata di serie C se questa dovesse disputarsi il 2 settembre

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News