Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ternana, sesto allenatore esonerato nell’era Bandecchi

Durante la gestione targata Unicusano, il club rossoverde ha avuto una media di più un cambio all’anno in panchina. Il prossimo sarà il settimo tecnico

Un esonero inaspettato, quello di Cristiano Lucarelli, ma sicuramente non il primo da parte di Stefano Bandecchi da quando è a capo della Ternana. Il patron di Unicusano, sotto la sua gestione, in cinque e stagioni e mezza ha già sollevato dall’incarico sei allenatori e quello che arriverà al posto del livornese sarà il settimo.

RETROCESSIONE NON EVITATA. I primi due anni sono stati a dir poco movimentati in quanto a cambi in panchina. Nell’anno di insediamento la squadra viene affidata a Sandro Pochesci, uomo di fiducia che Bandecchi si porta dal Fondi. All’inizio il tecnico romano riesce a creare curiosità ed entusiasmo nella tifoseria e soddisfare la società con un calcio propositivo, votato allo spettacolo, ma che alla lunga rimane poco redditizio. Pochesci viene esonerato a fine gennaio dopo un pareggio interno contro la Salernitana, con la squadra in zona retrocessione. Al suo posto viene messo l’allenatore della Primavera Ferruccio Mariani, che però dura solo tre partite, dove arrivano altrettante sconfitte. Si cambia rotta e si punta su un tecnico esperto come Lugi De Canio, che rimette in corsa per la salvezza la Ternana, riportando le Fere anche a rivincere un derby al Curi dopo tantissimi anni, ma sul più bello la squadra si sfalda e non riesce ad evitare la retrocessione in Serie C.

RISALITA FALLITA. De Canio viene riconfermato, con l’obiettivo di tornare immediatamente in B. Dopo un avvio di campionato incoraggiante, i risultati peggiorano e lo spogliatoio si sgretola. Al suo posto viene chiamato Alessandro Calori, ma in sei partite raccoglie due pareggi e quattro sconfitte. Così viene chiamato Fabio Gallo e, come nella stagione precedente, saranno tre gli allenatori ad avvicendarsi. Con l’ex calciatore rossoverde in panchina la squadra si ricompatta, ma non riesce comunque a centrare la zona playoff. Il campionato successivo dovrebbe essere quello della svolta, ma le Fere non riusciranno ad andare oltre un quinto posto, sconfitte poi ai playoff dal Bari.

DAL RECORD AL SOGNO SVANITO. Gallo non viene confermato e in panchina arriva Cristiano Lucarelli, che in poco tempo trasformerà la formazione in una corazzata imbattibile, che schiaccerà tutti gli avversari e batterà tutti i record. Il ritorno in Serie B è più duro del previsto, ma nonostante un campionato di alti e bassi, Lucarelli raggiunge un onorevole decimo posto, lottando fino alla penultima giornata per i playoff. Il resto è cronaca dei giorni nostri, con un rapporto ormai logoro tra Bandecchi ed il suo concittadino, che nonostante un complessivo buon avvio di stagione, porterà il settimo allenatore della sua era a Terni.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Sarebbe meglio richiamare Cristiano Lucarelli"

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Hahahaha ma che cavolo dici .....mi tenevo Lucarelli 1000 volte grande allenatore del catenaccio"

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Se dobbiamo paragonare Lucarelli al catenacciaro Andreazzoli tutta la vita Lucarelli...."

Mercato nullo: a che campionato può aspirare la Ternana? Dite la vostra (SONDAGGIO)

Ultimo commento: "Ma quale serie A dovesse accadere chi ti dà i soldi per iscrizione e tutto il resto, la serie A costa,se riesci ad arrivarci devi sperare in un suo..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti