Resta in contatto

News

Ternana, Lucarelli punge i suoi: “Possiamo solo pensare alla salvezza”

Il tecnico: “Sono mancate la fame e la lucidità per provare a vincere. L’ammonizione a Paghera? Ormai siamo al calcetto”.

E’ un Cristiano Lucarelli deluso, quello che commenta nel dopopartita l’1-1 tra la sua Ternana e il Frosinone. Il pareggio non lo ha soddisfatto. L’allenatore delle Fere recrimina per una partita che la squadra avrebbe potuto anche vincere. “E’ un punto guadagnato – ha detto – per come ha giocato il Frosinone. Perchè quello è lo spirito che ci vuole per affrontare la serie B. Ho fatto personalmente i complimenti a tutti loro. Questo punto è anche la conferma che noi possiamo guardare solo alla salvezza. Con queste prestazioni, si può fare solo quello. Non abbiamo avuto la fame necessaria e nè la lucidità per andare a vincere questa partita. Cosa che invece ha avuto il Frosinone, tanto che pensavo che all’ultimo avremmo pure preso il secondo gol. E non c’entra l’assenza di uomini come Falletti. Avremmo potuto vincere questa partita anche così come eravamo. In quattro giorni, abbiamo avuto un’involuzione  che non passa inosservata a un pignolo come me. Dunque, lunedì, umiltà, orecchie basse e lavorare. I singoli? Mi è piaciuto solo Pettinari. Gli altri non mi hanno soddisfatto“. Polemico ancora con le decisioni arbitrali, commentando la sostituzione di Paghera nel primo tempo. “Il cambio è dovuto al fatto che il giocatore era ammonito. Purtroppo, adesso, è un calcio diverso. Ai tempi miei si usciva pure senza denti senza aver visto cartellini gialli, oggi è diventato calcetto. I giocatori, non sono fondisti. C’è il gesto atletico e c’è il pallone. Io continuo a dire che nel calcio ci sono falli che sono fisiologici. Pericolosi? Sinceramente, in partita, vedo meno infortuni che in allenamento“. Altra frecciata alla squadra commentando l’avvio di gara negativo: “Abbiamo fatto talmente male, nei primi 15 minuti, che avremmo dovuto essere molto bravi, per saper fare peggio“. Ma le recriminazioni maggiori sono state sulla situazione di 10 contro 11: “Mi fa arrabbiare il fatto di esserci fatti pressare da loro pure con l’uomo in meno. Forse abbiamo pagato lo sforzo fisico e mentale delle due precedenti partite“. Ringrazia i tantissimi tifosi ternani sugli spalti dello Stirpe, ma la lingua continua a battere dove il dente duole: “Se siamo riusciti a portare tanta gente al nostro seguito, vuol dire che stiamo facendo qualcosa di importante. Ma io speravo di poter regalare loro una vittoria. Mi dispiace che non ci siamo riusciti, in quanto avevamo la condizione per poterlo fare“.

IL VIDEO. Ecco il video della conferenza stampa di Lucarelli allo Stirpe nel dopogara.

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "non sò chi ha scritto l'articolo ma veniva dal Brescello e non dal Chievo ;)"

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da News