Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ranucci: “Spallata al passato, ora andiamo avanti

Stefano Ranucci

Il presidente della Ternana commenta positivamente il provvedimento del Governo. “La nostra battaglia per la giustizia non si ferma”.

Il presidente della Ternana, Stefano Ranucci, parla ancora su Radio Cusano Campus, commentando il decreto con il quale il Governo individua il Tar del Lazio come unico competente per le controversie su iscrizioni o esclusione legate ai campionati professionistici.

FINALMENTE UNA BELLA NOTIZIA. “Ormai – dice Ranucci – siamo abituati ad aspettarci di tutto la sera prima di andare a dormire, come quel famoso 13 agosto. Ormai le notizie arrivano sempre di sera. Quella che è arrivata ieri sera è importante, ci ripaga un po’ degli sforzi e delle battaglie che stiamo conducendo per riavvicinarci alla giustizia. Ci sono due righe nel decreto sicurezza che dicono: ‘escludendo quindi la competenza degli organi di giustizia sportiva’. Beh, sono due righe molto importanti, anche perchè sono all’interno di un decreto che parla di cose molto più serie. Come dice il nostro Patron, il calcio è la cosa più seria fra le cose meno serie, quindi inserire una cosa di questo tipo in questo decreto è un bel segnale”.

SPALLATA AL PASSATO. Il presidente vede il provvedimento come un momento di cambiamento e di rottura con ciò che è avvenuto fino ad oggi. “Al di là del dove dobbiamo andare, è importante capire dove non si deve più andare. Questo è significativo, è stata data una spallata a certe abitudini e a certi atteggiamenti.

ANDARE AVANTI. La Ternana pensa, ora,  a come andare avanti per cercare finalmente di avere giustizia. “Adesso dobbiamo continuare a far fronte comune, ci siamo riuniti ieri sera, oggi ci riuniamo di nuovo anche con gli avvocati della Lega Pro”. Fa un riferimento alle imminenti elezioni per il rinnovo delle cariche federali: “Queste sono giornate fondamentali in quanto il 22 di ottobre non è lontano e, dato che sembra che la candidatura sia stata abbastanza delineata, questo è tutto un susseguirsi di vicende. Continueremo ancora a cercare la via giusta per arrivare ad avere giustizia”.

NESSUNA LAGNA. Infine, Ranucci ribadisce le legittime rimostranze e richieste della Ternana: “Non c’è stata nessuna lagna da parte nostra, chiediamo soltanto quello che ci spetta. Ho letto anche che potrebbe intervenire l’avvocatura di Stato, è un decreto importante”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Società completamente disorganizzata, regna ancora ad oggi 25 gennaio una grande confusione.......per me si rischia tanto.....ci vorrebbe un DG con..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Vi scrivo da Empoli, Andreazzoli è un grandissimo allenatore e promuove un calcio moderno....dategli tempo e magari giocatori adatti al suo gioco e..."

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News