Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, finalmente si gioca! Dopo 133 giorni è di nuovo campionato

Dario Bergamelli

La lunga attesa sta per finire: alle 18.30 rossoverdi in campo al Tonino Benelli di Pesaro contro i biancorossi. Comincia la grande rincorsa

Centotrentatré giorni. Tanto è passato da quel 18 maggio infausto nel quale la Ternana ha giocato l’ultima partita di campionato, perdendo 2-1 in casa contro l’Avellino nell’ultima giornata di serie B. Entrambe oggi non fanno più parte del campionato cadetto: i rossoverdi retrocessi in C, i Lupi scesi nei dilettanti.

Dopo una lunga attesa, una estate caldissima, che si è conclusa climaticamente lasciando spazio all’autunno ma non dal punto di vista della battaglia societaria, la Ternana tornerà in campo contro la Vis Pesaro, allo stadio Tonino Benelli, alle ore 18.30. Prima trasferta dell’anno e prima gara per i rossoverdi, quarta di campionato in realtà. La formazione rossoverde si è preparata con attenzione, cercando di concentrarsi esclusivamente sul fatto sportivo, ma non è stato assolutamente facile su questo fronte, come ha spiegato a Radio Cusano Campus il tecnico De Canio.

PALLA AL CAMPO. Adesso, in attesa di altro, la palla passa al campo. Le prime tre giornate che hanno visto i rossoverdi spettatori hanno già fatto capire quali saranno le avversarie con cui i rossoverdi dovranno confrontarsi per vincere il campionato e certamente la partita di oggi dirà probabilmente qual è la vera condizione dei rossoverdi dopo un periodo in cui si è giocato poco ed esclusivamente amichevoli.

UN MESE E MEZZO. Sono passati invece 46 giorni, esattamente un mese e mezzo dal 12 agosto, giorno dell’ultima partita ufficiale, quella giocata al Mapei Stadium di Reggio Emilia e persa 5-1, valevole per il terzo turno di Coppa Italia. La prima sfida al Liberati risale invece ormai al lontanissimo 29 luglio, quella col Pontedera del primo turno della manifestazione. In mezzo la gara giocata sul neutro di Pontedera e vinta contro il Carpi.

Dunque, finalmente, possiamo dire: buon campionato! Sarà di rincorsa, come sempre, ma quest’anno ancora di più per via delle tre partite da recuperare. Ma in fondo, a queste cose noi ternani siamo abituati. Come dice il vecchio adagio: semo nati pe’tribbolà. E davvero niente ci calza più a pennello, anche parlando di calcio!

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "non sò chi ha scritto l'articolo ma veniva dal Brescello e non dal Chievo ;)"

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Approfondimenti