Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Gli stranieri delle Fere- Lacheheb, la scommessa pescata nei dilettanti

Il franco-algerino pescato nel Cecina giocò a tratti, mostrando talento. Ma non fu sufficiente per spiccare il volo

La controversa stagione 2007-08, con Francesco Giorgini al timone e Giuliano Pesce nel ruolo di ds,  è stata a suo modo uno dei simboli negativi dell’era Longarini, col pubblico rossoverde disaffezionato alla squadra, anche per via del burrascoso rapporto instaurato con tifo e stampa dalla dirigenza.

Un mercato, in quell’anno, fatto di giocatori pescati in serie C1 o addirittura più, che ebbe pochi lampi. Uno di questi, nonostante lo score dica altro, può essere considerato il francese di origini algerine Samir Amar Lacheheb. La Ternana lo preleva – affiancandogli il connazionale Perney– dal Cecina, serie D, dove questo veloce attaccante (esterno o seconda punta) aveva realizzato la bellezza di 12 centri in 28 partite. Era stata la sua prima esperienza italiana dopo Racing Club Parigi, Le Havre e Ajaccio.

Diciannovenne al momento del suo arrivo, nelle prime due stagioni gioca poco, 3 partite complessive in C1, per poi finire a Gennaio 2009 in prestito in C2 alla Colligiana, società con la quale a quel tempo il club rossoverde aveva un interscambio. Nel frattempo però segna il suo primo gol, in Coppa Italia al Foligno.

La sua stagione migliore è quella del suo rientro a Terni, campionato 2009-10, in serie C1: è in questa annata che in 22 partite segna 4 delle sue 5 reti in rossoverde (fra le quali quelle che valgono il pari in rimonta col Rimini ed il Lanciano). La stagione successiva, quella della retrocessione in C2 poi cancellata, va a segno ancora una volta in 10 partite. Gioca spezzoni, fa vedere lampi di talento, ma la giovane età e stagioni rossoverdi particolarmente complesse non lo aiutano a crescere del tutto.

Dopo il ripescaggio, resta ancora sei mesi, nei quali fa in tempo a segnare ancora altri due gol, uno in campionato e l’altro in coppa. A gennaio 2012 lascia la Ternana dopo 41 partite e 5 gol in campionato più altre 15 con 2 reti in Coppa Italia.

Da allora non ha più lasciato l’Italia. La Ternana lo manda all’Aprilia in C2.Poi resta fermo alcuni mesi ed a dicembre 2012 va al Campobasso (C2): sono le ultime esperienze nei professionisti prima di scendere fra D ed Eccellenza con Noto, Turris, Ponsacco, Montecatini, Recanatese, Montevarchi, Trestina per poi concludere la carriera nelle serie minori toscane con Lampo (Lamporecchio), Castelfiorentino, Buggianese e FC Amici Miei Agliana, suo ultimo club fino a Giugno 2022.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Pareggio 1-1 tra rossoverdi e rosanero al Liberati, terzo centro stagionale dell'argentino: ecco i voti...
Una foto che può essere rappresentativa, con il tecnico pronto a sudarsi la salvezza....
A Gennaio 2010 arriva alla Ternana un giovane italo-americano: l'avvio farà sognare. Ma il risveglio...

Dal Network

L'eccellenza italiana brilla del tennis nella Coppa Davis...
Esce con un punto da Terni la squadra di Eugenio Corini, rosanero rimontati nel secondo...
Calcio Fere