Resta in contatto

Le pagelle di Calciofere

Le pagelle di Ternana-Spal: Martella determinante, bene Pettinari

Le Fere superano 1-0 la Spal in un match molto complesso, che comunque vale la seconda vittoria. Queste le pagelle rossoverdi di calciofere.it

IANNARILLI 6.5

Compie una parata decisiva, sul tiro di Vicari nel finale del primo tempo. Per il resto tiene tutto sotto controllo e infonde tranquillità al reparto. Sicurezza.

DEFENDI 6

Non è partita per le scorribande e così fa il terzino vero, mettendo nel mirino gli esterni spallini. Nel complesso, non corre grossi pericoli. Ordinaria amministrazione

SØRENSEN 6.5

Fa buona guardia e sostanzialmente neutralizza gli avanti spallini. Come al solito, di testa non ha rivali ed in più si presenta anche al tiro in un’occasione nel primo tempo. Viene ammonito e il tecnico al solito lo toglie. Scalata.

CAPUANO 6

Non è ancora fisicamente al meglio e si vede. Fatica a trovare il ritmo, ma la parte sua la fa bene. Decisivo in più di una chiusura, quando c’è bisogno tira fuori l’esperienza e il valore di uno che ha giocato sempre tra serie A e serie B. Convincente.

MARTELLA 7

Tira fuori dal cilindro un bolide che sfonda la porta di Thiam, che vale i tre punti. Gara dopo gara cresce e la squadra ne trae beneficio. Se poi si inventa anche gol così… Prestigiatore

AGAZZI 5,5

Fa come sempre un lavoro oscuro, soprattutto in fase di copertura, ma è meno incisivo rispetto al solito.  Chiaroscuro.

KONTEK 6

Torna in campo dopo l’infortunio rimediato nel corso della prima giornata e Lucarelli lo mette a centrocampo, come ai tempi del suo esordio in rossoverde. Lui risponde con ordine e diligenza. Soldatino.

PAGHERA 6

Solito motorino, corre e si dà un gran da fare, ci mette cuore e polmoni. Rimedia però un cartellino giallo e così come d’abitudine il tecnico lo toglie nell’intero. Stantuffo.

PARTIPILO 6.5

Dai suoi piedi partono un paio di palloni buonissimi ed un contropiede che per poco non propizia il raddoppio dei rossoverdi. Sta gradualmente tornando il giocatore devastante dello scorso anno. In crescita.

DONNARUMMA 5

Continua il periodo grigio: fa un lavoro importante di sponda, ma quando si tratta di andare al tiro, è ancora poco lucido. Chiaroscuro

FURLAN 5,5

Non sta attraversando nemmeno lui un bel momento di forma. Corre tantissimo, si batte come un leone, ma non riesce quasi mai a farsi largo. Intermittente.

PETTINARI 6.5

(dal 1’st per Donnarumma): Ha una gran voglia di mettersi in mostra e lasciare il segno e lo testimonia con le due ottime occasioni che non diventano gol soltanto per gli interventi del portiere.  Dona vivacità al reparto. Volenteroso

KOUTSOUPIAS 6

(dal 1’st per Paghera): Rileva Paghera nell’intervallo, conferma quanto di buono fatto vedere nelle due precedenti occasioni, nonostante sia una partita complicata per i centrocampisti. Talento.

FALLETTI 5.5

(dal 13’st per Partipilo): Questo cambio di modulo purtroppo lo penalizza. Entra in campo per Partipilo, prova a proporsi per un paio di giocate delle sue ma non è la serata giusta. In ombra.

BOBEN 6

(dal 16’st per Sorensen): Rileva Sorensen e fa il suo, aiutato dal fatto che la Spal si spegne gradualmente e non si affaccia che sporadicamente dalle parti di Iannarilli. Regolare.

PALUMBO sv

(dal 30’st per Agazzi): Venti minuti nella fase discendente del match, quando le squadra sbagliano molto e giocano poco. Non giudicabile.

LUCARELLI 6.5

Fa turn over e porta a casa altri tre punti pesantissimi. Stavolta ci pensa Martella, che sta crescendo. C’è però un problema evidente col reparto avanzato, che non punge. Ma intanto sta portando la squadra di nuovo nel carro armato. Pilota.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Errata corrige, il gol del pareggio 1-1"
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciofere