Resta in contatto

News

Di Canio ‘benedice’ il nuovo stadio delle Fere: “Sarà da vivere con le famiglie”

L’ex attaccante rossoverde: “La partita sarà vissuta come in Inghilterra, i tifosi saranno i custodi della struttura, si possono costruire miracoli sportivi”

La sorpresa, a conclusione del video di presentazione dello studio di fattibilità del nuovo stadio della Ternana è stato il saluto di un grande ex rossoverde, ovvero Paolo Di Canio.

L’ex centravanti, che da giovanissimo ha vestito anche la maglia della Ternana e che vive a Stroncone, ha spiegato i benefici di avere uno stadio ‘all’inglese’: “Ho vissuto questa esperienza nei miei anni in Inghilterra prima da calciatore e poi da allenatore e posso dire che uno stadio di questo genere aiuta a trasmettere le emozioni. Vedere i tifosi attaccati al campo mi ha fatto capire, che si può vivere in maniera diversa il calcio. Come una famiglia. Questo può essere amplificato da qualcosa che non si è ancora visto in Italia. Marassi forse, in piccolo Cesena. Magari Terni. Perchè questo sarà lo stadio di Terni, della città di Terni, delle Fere”.

FAMIGLIE. Di Canio si sofferma sull’aspetto familiare, sul modo diverso di vivere non solo la partita ma lo stadio stesso: “Mi immagino i tifosi come parte di una famiglia, quella famiglia che va allo stadio a vivere la partita. I tifosi saranno i custodi di uno stadio da proteggere e da vivere a 360 gradi, non uno stadio da frequentare solo per la partita.  Ai tifosi che sono affezionati alla tradizione dico: non preoccupati del vecchio Liberati, quello resterà nella storia e della memoria. In stadi come questo in Inghilterra sembra sempre di entrare a casa di qualcuno e spesso da qui possono nascere miracoli sportivi. Spero un giorno di poter entrare in questo stadio, lo stadio delle Fere”

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altro da News