Resta in contatto

Il punto di Ivano Mari

Ternana, ora l’obiettivo è chiudere l’andata imbattuta

Al Menti di fronte le due squadre che giocano il miglior calcio del girone. Mai come oggi si può parlare di probabile formazione in virtù di un Lucarelli mai così criptico alla vigilia

Ultima dell’andata e, poi, si volta pagina. E come ultimo impegno il calendario propone alle fere una trasferta insidiosa contro una formazione, la Juve Stabia, che pratica un bel calcio, forse pari a quello  della Ternana di Lucarelli. Ci sono diversi punti in comune tra le due compagini ovvero attuano un calcio offensivo basato soprattutto sullo sviluppo dell’azione sulle fasce, vantano una difesa ferrea entrambe ma mentre la Ternana è più prolifica la Juve Stabia, pur creando tanto, non riesce ad essere concreta in zona gol. Una differenza non da poco che, poi, alla fine significano punti. Scrivevamo sopra di calcio offensivo che si basa essenzialmente sul gioco sulle fasce dove le due formazioni hanno giocatori eccellenti: Partipilo, Furlan, Peralta, Torromino per  la Ternana e Orlando, Fantacci per la Juve Stabia che sta sondando il mercato alla ricerca di almeno una alternativa in quel ruolo.

In più, però, la Ternana ha Falletti che può rappresentare una importante alternativa per creare la superiorità numerica se fosse anestetizzato il gioco sulle fasce. A poche ore dal match tutti ci chiediamo quale possa essere lo schieramento rossoverde perché Lucarelli in conferenza stampa ha parlato di test del sangue che hanno evidenziato in qualche giocatore valori che attestano un tasso elevato di stress muscolare ed una loro utilizzazione potrebbe portare a guai fisici. Meglio non rischiare, quindi, e possibilità di vedere variazioni rispetto alla formazione che ha battuto domenica scorsa il Monopoli. Quali? Forse una a centrocampo dove Damian o Paghera potrebbero tornare utili per un match da battaglia sostituendo uno dei due titolari Proietti o Palumbo. Più il primo che il secondo.

L’altra novità potrebbe essere rappresentata da Peralta che potrebbe prendere il posto di Partipilo, un po’ lontano dalla sua condizione migliore. Poi, davanti, Vantaggiato in leggero vantaggio su Raicevic. Mai, però, lo ribadiamo, come questa volta si rischia di cadere in errore. Al di là di chi scenda dall’inizio al Menti di Castellammare a difendere i colori rossoverdi chi sarà prescelto lo dovrà fare con grande umiltà e grande spirito di sacrificio che fortunatamente non  è mai mancato alla squadra di Lucarelli nei precedenti 17 turni e non crediamo che possa capitare proprio in occasione di una delle partite più delicate della stagione. Consentiteci, infine, di controbattere a tutti coloro che si augurano un crollo fisico della squadra di Lucarelli, come se il professor Alberto Bartali fosse un preparatore di primo pelo e non un professionista con una esperienza di primissimo livello, perdendo di vista quelle che sono le problematiche che stanno attraversando in casa loro.

E tra questi, personaggi illustrI come Ventura, un tecnico che negli ultimi anni non ha brillato su tutte le panchine in cui si è seduto per continuare con Tovalieri, un altro di quegli ex ingrati, con Pelagotti, estremo difensore del Palermo che nel leggere la classifIca distrattamente non si è accorto che tra la Ternana ed il Palermo ci sono la bellezza di 19 punti. E per ultimo D’Ursi: forte del gol del pari contro la Turris l’attaccante barese si è permesso di sottolineare il fattore c della Ternana dimenticando la lezione di calcio impartita dalle fere al San Nicola. Ed allora crediamo che faccia bene  Lucarelli a non rispondere, a “ prendere appunti”, e a concentrare le proprie attenzioni sulla squadra, sulla risoluzione delle problematiche che ogni partita inevitabilmente fa emergere lasciando agli altri, alcuni allenatori inclusi, il vezzo di sperare nel crollo altrui invece di lavorare per il miglioramento della propria squadra e di sfruttare al meglio le caratteristiche tecniche dei giocatori.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Il punto di Ivano Mari