Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Il punto di Ivano Mari

Ternana, non fidarti del Catania!

Contro il Catania di Lucarelli occorre una prestazione super dei rossoverdi che potranno avvalersi anche del rientro di Antonio Palumbo, uno dei pochi in grado di dare ordine e razionalità alla manovra della squadra di Gallo.

Ad una prima superficiale e sommaria analisi la partita di stasera contro il Catania sembrerebbe riservare un basso coefficiente di difficoltà per la Ternana per le note vicende in cui si dibatte la società etnea.
Stipendi arretrati, colletta dei tifosi per mostrare a calciatori e tecnici la loro gratitudine per quello che stanno facendo, società messa in vendita dal tribunale, milioni su milioni di debiti, questo riportano le fonti giornalistiche siciliane, non devono indurre la Ternana ad una sottovalutazione della squadra avversaria. A volte, infatti, le difficoltà, le problematiche incontrate giorno dopo giorno, come nel caso della compagine di Lucarelli, possono creare una incredibile solidità di squadra sia nel carattere che sull’aspetto motivazionale, doti che potrebbero diventare l’arma in più in una fase delicata come quella dei play off, caratterizzati quest’anno da una gara secca.

 

Questo deve temere la Ternana, più della bravura di Curiale e Curcio, di quella di Capanni e Barisic.
Del resto ci sono i risultati conseguiti da febbraio fino al lockdown a parlar chiaro e ad avvalorare la nostra considerazione.
Ternana, quindi, avvisata anche perché il Catania è l’unica delle formazioni che ha superato il primo turno con una vittoria con tre gol realizzati ed in rimonta. Insomma, carattere, capacità realizzative che devono essere tenute in debita considerazione dai rossoverdi.
Rispetto, però, ma non paura degli etnei!
Gallo recupera il suo uomo squadra, Antonio Palumbo, sarà una delle poche novità in formazione, e la sua presenza potrebbe aiutare la squadra a ritrovare la via smarrita da tempo del gol su azione.

Una strada da ritrovare al più presto perché se si batte il Catania, si accede alla fase nazionale e se si vorrà proseguire nel cammino la Ternana dovrà solo vincere e per farlo deve far gol. Tutto questo se Potenza e Sud Tirol vinceranno il loro match ma se perderanno entrambe la Ternana, come miglior quinta classificata, potrebbe superare in qualità di ” testa di serie ” il turno successivo anche pareggiando per 0-0.
È chiaro, però, che il discorso non può e non deve interessare solo il reparto offensivo: è un discorso di equilibri di squadra, un discorso in cui tutto o quasi, compatibilmente con il grado di preparazione raggiunto che non può essere ottimale, deve funzionare al meglio.
Dalla solidità difensiva alla costruzione della manovra, dalla creazione di palle-gol per gli attaccanti alla loro concretezza in area di rigore.

Lo richiedono i play off, i tifosi e lo richiede il patron Stefano Bandecchi che sembra aver perso quel sano entusiasmo da trasmettere alla squadra.
Le sue critiche, le sue sollecitazioni, le sue strigliate erano il sale alla vigilia delle prestazioni dei rossoverdi ed ora che ha silenziato anche Instagram i giocatori, l’ambiente sembrano soffrirne. Per farlo riavvicinare, per farlo ricredere sulle possibilità della squadra e sul lavoro svolto da giocatori e tecnici occorre vincere perché solo così il patron rossoverde si tranquillizzerebbe e tornerebbe con autorevolezza sul ponte di comando. E si affievoliranno le polemiche che hanno avvelenato l’ambiente dopo quella “ serataccia “ di Cesena.
Chi vivrà, vedrà!

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Sarebbe meglio richiamare Cristiano Lucarelli"

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Hahahaha ma che cavolo dici .....mi tenevo Lucarelli 1000 volte grande allenatore del catenaccio"

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Se dobbiamo paragonare Lucarelli al catenacciaro Andreazzoli tutta la vita Lucarelli...."

Mercato nullo: a che campionato può aspirare la Ternana? Dite la vostra (SONDAGGIO)

Ultimo commento: "Ma quale serie A dovesse accadere chi ti dà i soldi per iscrizione e tutto il resto, la serie A costa,se riesci ad arrivarci devi sperare in un suo..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Il punto di Ivano Mari