Resta in contatto

News

Il rapporto ‘Calciatori sotto tiro’ e l’incredibile presenza della Ternana

Indagine dell’Assocalciatori su violenza e razzismo in campo negli ultimi 6 anni.  Incredibilmente, viene citata anche la società rossoverde

E’ stato reso pubblico in queste ore il rapporto dell’Associazione Italiana Calciatori denominato ‘Calciatori sotto tiro’, incentrato sui casi di violenza e razzismo negli ultimi 6 anni in Italia, fra calcio dilettantistico e professionistico.

In quadro abbastanza desolante su questo fronte, spicca un dato onestamente incredibile: la piazza di Terni ed in particolare la Ternana vengono indicate nel rapporto, alla voce ‘razzismo nello stadio’ insieme ad altre realtà importanti nelle quali si sono registrati episodi di violenza, razzismo ed intolleranza ai danni di calciatori: la Ternana è al fianco di  Bologna, Foggia, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma,  Torino.

Si parla quindi di squadre di serie A e di settori giovanili e dato che gli episodi non sono riportati, è onestamente difficile capire il perchè in questo rapporto sia inserita una piazza come Terni che negli ultimi anni non ha fatto registrare episodi di questo tipo, se si esclude nel 2017 la squalifica di 10 giornate del giovanissimo Giuseppe Borriello per aver apostrofato con epiteti a sfondo razziale un giocatore del Perugia durante il derby Under 15. Episodio che fra l’altro si concluse con un incontro pubblico di scuse a cura della Ternana stessa.

In quella sezione si legge che “Sono i campionati giovanili (Primavera, allievi, esordienti e giovanissimi) a far registrare un dato estremamente preoccupante. Calciatori per lo più provenienti dal continente africano o dall’est Europa”.

E poi, semmai, questo episodio avrebbe dovuto essere conteggiato nella categoria ‘razzismo in campo’ dove invece la Ternana non figura e che l’Aic ha incentrato più che altro sui campi dilettantistici. Sarebbe interessante, in questo senso, capire gli episodi, per farsi una idea migliore di una statistica che – a grandi linee – disegna un quadro già noto, soprattutto per le regioni maggiormente colpite, ma che in casi come quello della Ternana, che non ha mai subito negli ultimi anni squalifiche del campo per minacce o insulti razzisti nè per violenza sui calciatori, nè rimediato sanzioni, risulta di difficile comprensione

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News