Resta in contatto

Il punto di Ivano Mari

Ternana, non c’è due senza tre!

Il buio pomeriggio del Liberati ravvivato dalla prestazione e conseguente vittoria delle Fere sulla Paganese

La Ternana ha rispettato quello che è un detto molto popolare ricordato nel titolo collezionando la terza vittoria in una settimana, due di campionato ed una di Coppa Italia.
Sta marciando a suon di 2,07 punti a partita, una media eccellente ma che, al momento, non basta in virtù della travolgente marcia della Reggina di Toscano.
La partita di ieri, però, ha confermato il buon grado di forma della squadra e la crescita di tutto il complesso sul piano dell’interpretazione della gara.

È vero sotto ritmo nel primo tempo, senza quella intensità, caratteristica che contraddistingue la squadra di Gallo, del resto proprio ieri in sede di presentazione raccomandavamo che non avrebbe dovuto aver fretta ma avrebbe dovuto giocare con equilibrio, e per tutti i 45 minuti ha tenuto il pallino del gioco in mano senza essere, però, pericolosa in zona gol.
Nell’intervallo, però, Gallo deve aver pronunciato, riadattandola, la frase tanto cara a Guido Meda “ adesso andate in campo e scatenate l’inferno “ e i ragazzi hanno subito seguito la sua esortazione.

È stato un continuo attaccare, con eccellenti trame di gioco  e con tante palle gol create di cui due realizzate da Marilungo e Ferrante con i 6000 del Liberati ad applaudire e ad apprezzare quanto vedevano con i propri occhi. Si, è tornato al gol Marilungo, ed ha fatto gol ancora Ferrante anche ieri ammirevole per il lavoro svolto. È un dato significativo che anche gli attaccanti siano tornati a far gol e, non meno importante, lo è anche che la difesa non abbia preso gol.

Due situazioni che testimoniano la crescita della squadra completata, poi, da un centrocampo che filtra ed imposta con lucidità e con apprezzabile precisione dove al momento giganteggia Antonio Palumbo, con la sua classe, con la sua visione di gioco e con la sua capacità di rendere le cose semplici anche quelle più difficili.Insomma, una squadra che oltre a vincere ieri pomeriggio ha fatto anche divertire il pubblico del Liberati. E per dirla alla “Marilungo” si vede, almeno stando alla partita contro la Paganese, che i primi a divertirsi giocando sono proprio loro. I giocatori! E questa è una garanzia per il prosieguo del campionato.

Lascia un commento
0 0
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Il punto di Ivano Mari

0
()
x