Resta in contatto

Il punto di Ivano Mari

La Ternana sa vincere anche con le seconde linee

I rossoverdi annientano la Fermana dopo un inizio balbettante e passano agli ottavi

La società, il tecnico ambivano a superare i sedicesimi di Coppa Italia e la squadra li ha accontentati entrambi.
Con una partita iniziata male, con un gol subìto in modo ingenuo, ma raddrizzata grazie alla voglia di superare il turno di Coppa e alla voglia di coloro che sono scesi in campo di convincere il tecnico sulle loro qualità.
E con il passare dei minuti la squadra ha dimostrato di avere quell’identità che contraddistingue le compagini che hanno un cuore, un’anima e che sanno quello che vogliono.
Magari nel primo tempo i rossoverdi lo hanno fatto su ritmi non eccelsi e non con quell’intensità tanto cara a Fabio Gallo, ma nella ripresa hanno dominato in lungo ed in largo gli avversari abruzzesi.

Era una squadra tutta nuova, quella schierata in Coppa da Gallo, con evidenti limiti di amalgama iniziali superati, poi, in virtù di una migliore tecnica individuale e di una migliore organizzazione tattica.
Nella ripresa, poi, la differenza si è ampliata anche grazie all’apporto dei nuovi entrati che hanno portato freschezza e più adattabilità al ritmo partita avendo giocato sempre o quasi in campionato e gli avversari hanno ceduto il passo e si sono arresi sotto i colpi dei rossoverdi.
Segnali positivi per Gallo ci sono stati, eccome. La crescita del giovane Nesta, migliorato anche nella fase difensiva ad eccezione dello sbandamento sul primo gol, ma l’intero reparto ad eccezione di Celli in quella situazione non ha brillato, quella di un altro giovane Onesti che Gallo fa bene a tener con sè perché il ragazzino ha dei buoni numeri.

E, poi, ancora una volta Celli ha dato conferma del suo valore e la dimostrazione che su di lui si può contare ad occhi chiusi, e, soprattutto, ha sorpreso la caparbietà, l’insistenza, la testardaggine con cui Torromino ha cercato il gol la cui mancanza evidentemente lo assillava a tal punto da cercarlo in ogni modo e da ogni posizione.
E poi, la partita di ieri sera in Coppa ha sentenziato che i più in forma della Ternana al momento sono Paghera, partita di spessore e di grande sacrificio per il numero 20 ieri sera, e Palumbo che se gioca su quei livelli fa capire a tutti, anche a chi lo vede giocare per la prima volta, che è di un’altra categoria.
Peccato che l’ex Lanciano domenica non possa scendere in campo contro la Paganese perché squalificato.
C’è Salzano, però, pronto a rientrare in squadra dal primo minuto.
Gallo può star tranquillo!

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Il punto di Ivano Mari