Resta in contatto

News

Fere, incredibile a Rieti: la nuova proprietà già lascia. Stadio chiuso, bollette insolute

La squadra non si è allenata, pagati solo 8 giocatori e solo dopo lo sciopero. La proprietà annuncia la cessione, ma la trasferta a Vibo è in dubbio. E l’ex patron diffida…

Nemmeno un mese fa, il passaggio di quote da Curci al gruppo Italdiesel. Oggi, per il Rieti l’avventura della nuova proprietà è già finita. Incredibile ma vero. La società napoletana che aveva acquisito il club reatino, lo aveva fatto a fronte di una serie di pagamenti rateali da versare all’ex amministratore, impegnandosi a versare la fidejussione e pagare gli stipendi arretrati. Tutto questo non è avvenuto e a fronte della diffida arrivata martedì 5 novembre da parte dello stesso Curci, ha annunciato l’avvio delle pratiche per la cessione ‘a terzi’ della proprie quote’.

In una nota, il presidente Troise comunica di avere ricevuto una procura a questo scopo: “A fronte del mandato ricevuto e garantito dall’ingresso in società di nuovi imprenditori, i quali hanno dato la loro adesione a far parte del progetto Rieti calcio, ha iniziato nella data di oggi ad inviare i primi pagamenti ai propri tesserati. Nei prossimi giorni sarà ufficializzata la nuova struttura societaria che a sua volta, nel momento del proprio insediamento, farà visita alla competente Lega Pro, nella persona del presidente Ghirelli ed alla covisoc, per dare garanzie di serietà e solidità economica”.

STADIO CHIUSO: Secondo quanto emerge, la proprietà avrebbe pagato solo otto giocatori, lasciando insolute anche le bollette. Per questo motivo, uno dei campi di allenamento, il Ciccaglioni ex Scia è rimasto chiuso: spogliatoi senza acqua calda e impianto senza corrente. I giocatori sono andati al Gudini, dove hanno deciso comunque di non allenarsi: c’è stato un acceso confronto con alcuni dirigenti presenti riguardo il mancato accredito di quanto dovuto agli atleti. Un ulterore summit, lontano da occhi indiscreti si sarebbe svolto nel pomeriggio. Fra i personaggi comparsi in queste settimane, riferimento della società, ci sarebbe l’ex portiere Salvatore Soviero.

DIFFIDA. Curci aveva diffidato la società: “Ho conferito loro la diffida di Italdiesel srl ad adempiere nel termine perentorio di 15 giorni alle obbligazioni tutte assunte dalla stessa con atto di acquisto del 100% delle quote del Fc Rieti con atto notarile del 15 ottobre”, si legge in una nota. Quindi entro il 19 novembre, Italdiesel dovrà versare 154000 euro di stipendi (luglio-agosto) e sostituire la fideiussione bancaria del valore di 350.000 euro. Se ciò non dovesse accadere, dal 20 novembre la proprietà del Rieti tornerà nelle mani di Curci.

DIMISSIONI E TRASFERTA A RISCHIO. Nel frattempo, si sono registrate le dimissioni – rescissione consensuale – dell’allenatore dei portieri, Emanuele Maggiani, anche lui senza stipendio da diverso tempo, che era rimasto anche nelle scorse settimane insieme al preparatore atletico Garofalo e al match analyst, il ternano ed ex rossoverde  Lorenzo Fabiani. Ad oggi è praticamente impossibile dire se la squadra scenderà a Vibo Valentia per sfidare sabato alle 18.30 la Vibonese. Il tecnico Caneo, solidale con la squadra, ha impostato regolarmente per venerdì mattina la rifinitura, ma attende indicazioni.

 

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

chung cu thu duc

Fere. Incredibile a Rieti: la nuova proprietà già lascia. Stadio chiuso, bollette insolute – Calcio Fere

trackback

– Exercise

Fere. Incredibile a Rieti: la nuova proprietà già lascia. Stadio chiuso, bollette insolute – Calcio Fere

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News