Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Ternana-Fano, De Canio: “Con Leone convergenza di idee, serviva una figura come lui”

Col Fano assente Fazio, in dubbio Defendi. Ma in conferenza stampa si parla anche del suo rapporto col direttore sportivo

Luigi De Canio, tecnico della Ternana, si presenta in conferenza stampa dopo l’allenamento di rifinitura in vista del Fano. Si parte parlando della settimana di allenamento, la prima completa dopo tanto tempo.

RIENTRI ED USCITE.Qualche giocatore l’abbiamo sostanzialmente recuperato – dice -questo sicuramente ci fa stare bene, anche se non tutti sono pronti per dare il loro contributo al massimo. Ci dà fiducia per il fatto che possano a breve allenarsi appieno. Paghera si è allenato bene, gli manca un pò il campo, ma ci sarà, purtroppo invece sarà assente Fazio che ieri si è fermato negli ultimi minuti di allenamento: gli fa male il polpaccio, dobbiamo aspettare 24-36 ore. Vedremo Defendi come reagisce dall’infortunio, ha avuto anche un problema intestinale. Rivas e Salzano andranno in panchina, ma sono ancora indietro, come altri”.

Ripartiamo con entusiasmo e determinazione, abbiamo recuperato energie, questo ci dà coraggio, sicuramente“, spiega.

RAPPORTI. De Canio spiega che non c’è stata alcuna rottura col presidente: “Tutto normale“, dice. E sul ds Leone spiega: “Sono contento, è una persona, seria, pacata, sono contento del suo arrivo. Lui ha ottimi rapporti con persone che ce l’hanno anche con me, quindi questa è una cosa che ci accomuna. Molti calciatori che piacciono a me, piacciono anche a lui. C’è piena sintonia. Noi eravamo alla ricerca di una persona che ricoprisse questo ruolo, anche grazie ad una figura di calcio come lui le cose sono migliorate. Perchè non è stato presentato? Dovete chiederlo alla società“.

DIMISSIONI. De Canio sottolinea ancora che “avevo dato la mia disponibilità se fosse mai servita per scuotere l’ambiente, a farmi da parte. Non a dimettermi, ma non per soldi, qui ho un contratto molto lontano da quelli che sono i miei standard. Penso che per tutte le nostre vicissitudini, la situazione che stiamo vivendo non sia così drammatica da giudicare delle scelte drastiche

E ancora: “Quando sono venuto, avevo già rifiutato in serie A un clunb ultimo in classifica, non c’era motivo che ne accettassi una ultima in B: sono venuto perchè mi è stato proposto un progetto. Nel partecipare alla costruzione del progetto, ci sono momenti di difficoltà, non si può mandare tutto a monte alla prima difficoltà. Ho fatto un attentato, al massimo alla mia dignità professionale, non era logico che scappassi. Quando è arrivato Leone, avrebbe potuto far silurare l’allenatore, che era già stato messo in discussione dalla società, ma ha voluto che io restassi, verificando sul campo. Sono estremamente felice, di questo“.

EMERGENZA. Il leit motiv della stagione è l’emergenza: “Purtroppo quando si rincorrono le situazioni, questo succede – spiega De Caniole squadre vincenti sono quelle che cambiano poco. Noi avevamo una squadra rivoluzionata, molti dei giocatori dell’anno scorso, che ci avrebbero dovuto salvare in B, faticano a giocare anche in Lega Pro. Poi dobbiamo tenere conto che siamo retrocessi, qualcuno non è voluto venire, altri sono venuti a rimettersi in gioco, qualcuno è venuto per l’allenatore. Molto sono poi venuti alla spicciolata, lavorando all’inizio da soli. Tutte situazioni che ci hanno messo nelle condizioni di dover rincorrere. Ma io non ho mai accampato scuse, ho sempre detto che è una squadra forte, che ha solo bisogno di allenarsi bene e con costanza, con una rosa a posto”.

VANTAGGIATO E VIVES. Poi il discorso va sulla eventuale partenza di Vantaggiato: “Vorrei tenere tutti, perchè sono convinto di loro, come lo ero in estate: non ci sono calciatori scelti da me o da Pagni, nel momento in cui sono qui sono utili tutti. Vantaggiato mi aveva manifestato questo suo desiderio, se lui dovesse trovare la possibilità di andare, io rimango così, altrimenti mi aspetto entusiasmo e determinazione. Ho chiesto una alternativa  a Vives, visto che dopo quattro mesi non sappiamo cos’abbia: non ho bocciato Callegari, ne sentiremo parlare, ma ho bisogno di un calciatore esperto in quel ruolo, con caratteristiche anche un po’ diverse. Non mi dispiacerebbe un difensore in più, considerando che ricominciano le nazionali, non vorrei ritrovarmi in partite importanti con assenze in alcuni ruoli. Mi farebbe comodo anche un altro centrocampista”

Su Vives chiarisce: “Prima di venire a Terni era uno che aveva giocato sempre, senza saltare una partita, è arrivato qui ha fatto la preparazione. Non è mai stato un giocatore rotto, è venuto a Terni per il legame con me. Si è fatto male a Vercelli, poi si è ripreso ad allenare ma dopo la gara col Renate ha nuovamente accusato dolore. Gli esami strumentali non hanno mai rilevato danni, sia a Terni che in altre parti d’Italia, siamo andati avanti per tentativi. Lui riprendeva ad allenarsi, ma ogni volta si fermava. Il dottor Martella lo ha mandato a Milano, da un luminare, siamo qui ad attendere, non abbiamo mai avuto una diagnosi specifica. Un infortunio simile colpì un ex rossoverde: “Stellini, quando ero al Genoa, arrivando proprio dalla Ternana, anche lì avemmo molte difficoltà, sembrava difficile si fosse fatto male al polpaccio per l’allenamento che avevamo fatto“.

MUCCIANTE VICE. De Canio chiarisce che il ruolo di vice allenatore sarà affidato a Tiziano Mucciante: “Prenderà il patentino di seconda, ma può ricoprire quetso ruolo almeno in serie C

SUL FANO.Hanno preso due attaccanti di valore, hanno vinto bene le ultime partite, poi c’è un ds che conosco ed ho avuto ed un giocatore che ho avuto io a Pescara, non sarà una partita facile per niente

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] rapporti con il presidente e con la società non si sono mai rotti – afferma De Canio in conferenza stampa – non c’è stato bisogno di ricucire niente perchè non c’era nulla di rotto con […]

trackback

[…] FATTA. “Ogni tanto mi rifare questa domanda – risponde quasi stizzito il mister in conferenza stampa – vi ho già spiegato cosa è successo. Non c’è nessun problema legato al […]

Articoli correlati

Il commento del tecnico rossoverde in sala stampa dopo il pareggio del Liberati contro i...
Partita complicata per i rossoverdi che evitano la sconfitta solo grazie a tre parate super...
Gara scialba tra le due squadre, in campo brillano solo i due portieri....
Calcio Fere