Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ternana, contestato anche Tagliavento: “Non sei di Terni, ma uno di loro” (Video)

Anche il club manager ed ex arbitro finisce nel calderone della protesta nonostante tenti una mediazione. Le immagini di una mattina di grande tensione a Campitello

Anche Paolo Tagliavento, il club manager dei rossoverdi, finisce nel calderone della contestazione. Per tutta la durata di allenamento, visto che è presente a Campitello, viene bersagliato dai cori. L’accusa maggiore che gli viene mossa è quella di aver tradito la sua ternanità: “Tu non sei ternano, sei uno di loro, devi andare via anche tu“,  è il grido che sale dagli spalti del comunale, unito a “Vai a pettinare i capelli” (il riferimento è alla sua professione di parrucchiere) seguito da “Vai a pranzo che è la vigilia di Natale, che è meglio“.

Tagliavento

Tuttavia il club manager è il primo ad affacciarsi – dopo parecchio tempo e diversi tentativi – contro la recinzione e tentare un dialogo: “Sarebbe questo l’allenamento a due giorni dalla partita?“, gli chiedono i tifosi sconcertati dalla seduta sostanzialmente buttata. Lui approccia: “Se i risultati sono questi, bisogna trovare una soluzione: il presidente ha chiesto al gruppo molto di più a tutti“. il clima si scalda, volano parole forti: “Se volte parlare fatelo civilmente”.

Niente da fare. Gli vengono poste domande, relativamente all’assenza di Brevi e Fabris e poi relativamente all’allontanamento di Danilo Pagni; l’imbarazzo di Tagliavento, che ovviamente non può fornire risposte diverse da quelle ufficiali è evidente e palpabile e così il discorso si sposta rapidamente sul tentativo di mediazione. “Perchè il mister non viene qui a parlare?”, gli chiedono.

A questo punto scatta la proposta dell’ex arbitro: “Lui viene, però non lo dovete insultare”. Offerta sostanzialmente respinta dalla tifoseria. Tagliavento decide di far entrare una rappresentanza dei tifosi ritenuti meno facinorosi (sono in tutto sei delle quali due donne) e li accompagna in colloquio privato con De Canio e poi insieme a loro e alla squadra esce con il tecnico, per provare un confronto che però si arena quasi subito di fronte al malcontento.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I due ex rossoverdi, il primo oggi assessore il secondo opinionista hanno preso parte all'evento...
Lo 0-0 di Brescia è uno dei ben sei risultati a reti bianche della 34' giornata....
L'ottimo ingresso in campo di Dionisi a Brescia fa aumentare le sue quotazioni in vista...

Altre notizie

Calcio Fere