Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ternana, ecco l’esito del Consiglio Federale Figc: Calciofere l’aveva anticipato

Importanti novità per quanto riguarda i rossoverdi e le squadre ricorrenti dalla seduta del massimo organo politico della Federcalcio

Il presidente della Figc Gabriele Gravina ufficializzerà le decisioni nel pomeriggio, con una conferenza stampa ma intanto attraverso gianlucadimarzio.com arrivano le prime notizie ufficiose. Che corrispondono a quelle che stamattina Calciofere.it aveva anticipato in un primo lancio

ATTENDISMO. Con il classico ‘attendismo’ che caratterizza le nostre istituzioni a tutti i livelli, si è deciso – in sostanza – di non decidere. Si va avanti così, con la serie B a 19 squadre, in attesa della sessione del Consiglio di Stato fissata per il 15 novembre. Nulla di fatto, quindi, a testimonianza della situazione particolarmente difficile che si è venuta a creare.

Ma c’è di più. C’è infatti una decisione che riguarda la Ternana e le ricorrenti. La anticipa il presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Marcello Nicchi (nella foto): “Sono stati fissati dal presidente punti principali per il lavoro futuro. Creeremo dei tavoli di lavoro su cui lavoreremo. Ci sono sei tavoli di lavoro su cui ci confronteremo. Serie B? Il 15 c’è il consiglio di stato. Vedremo. Speriamo sia l’ultima decisione poi si prenderanno i provvedimenti che ognuno dovrà prendere. Domenica credo che scenderanno in campo tutti, poi deciderà il presidente“.

VERSO  MONZA. Tutti in campo domenica, quindi. La Ternana può cominciare già dall’allenamento di oggi – appena iniziato – a pensare alla trasferta di Monza. Non solo. Altre due notizie  che erano in ballo le annuncia l’amministratore delegato del catania Pietro Lomonaco:Ridaremo la normalità alla gente. L’Entella? Ricomincerà a fare il campionato di Serie C. Contento? No, come potrei esserlo? E’ stato rovinato il calcio italiano. E’ stata messa in moto una macchina che ci ha riempiti di ridicolo. Si è puntato sulla dilazione dei tempi fin dall’inizio. Ad oggi pensare di recuperare 11 partite è umanamente impossibile. E’ giusto che ci si riappropri del calcio giocato. Poi è chiaro che nei tribunali nulla è finito e che la giustizia dovrà ancora fare il suo corso. A essere danneggiata è la Serie C. Sono stati lesi i diritti di società calciatori e tifosi. Ci sono stati danni ingenti. E’ diventato un calcio spezzatino, una cosa senza interesse. La Viterbese? Deve riprendere a giocare così come l’Entella. Tanto rumore per nulla? Ci sono danni seri che le società hanno ricevuto. Le sedi in cui ci stiamo tutelando dovranno ancora fare il loro corso quindi non credo proprio che sia finita qui, ma ripeto ora giocheranno tutti, ma la giustizia verrà cercata nei tribunali“.

NULLA DI FATTO. Dunque adesso si attende la conferenza stampa di Gravina, dopo la quale, con ogni probabilità – possiamo darlo per certo – la Lega Pro diramerà l’orario di Monza-Ternana e delle partite che coinvolgono le ricorrenti. La Viterbese di Piero Camilli farà il suo esordio ufficiale nel girone C del campionato di serie C e la Virtus Entella giocherà la sua seconda partita dopo l’esordio col Gozzano.

Dunque, si è soltanto perso molto tempo. La Ternana stamattina si era vista rigettare sia il ricorso per l’annullamento della decisione sullo stop alla sospensiva relativamente al format della serie B, sia quello relativo all’anticipazione di una settimana della camera di consiglio. Che prosegua la battaglia nei tribunali, per ottenere – se del caso – il giusto risarcimento economico. Ma è anche il caso – visto come sono andate le cose – che si cominci a pensare a come vincere la serie C sul campo.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News