Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ternana, rush finale del girone di andata: sei partite in apnea

 Finale di girone con diversi match impegnativi per diverse situazioni. La Ternana avrà l’occasione di dimostrare tutto il suo valore

Ben sei partite in un mese, tutte d’un fiato, prima della sosta, contro avversari da prendere assolutamente con le molle. Il cammino della Ternana e la sua permanenza nelle zone altissime passano dalle ultime sfide del girone di andata, quelle che probabilmente diranno il valore effettivo delle squadre in questo campionato.

E tutte e sei le partite hanno un coefficiente di difficoltà elevato, non tanto per le posizioni in classifica delle avversarie, alcune molto più in basso rispetto alla Ternana, quanto per il momento che le formazioni stanno vivendo.

Il primo test sarà subito a Pisa, contro una formazione in netta ripresa dopo un avvio stentato: l’undici allenato da D’Angelo punta a tornare nelle zone altissime, dove del resto il patron anglo-russo Knaster vuole che stia: 13 punti in 7 partite fanno dei nerazzurri un avversario da non sottovalutare. Il 3 dicembre, nuova trasferta, questa volta in Laguna, sul campo del Venezia. Vanoli ha preso il posto  di Javorcic ed i veneti, retrocessi dalla serie A, devono schiodarsi da un incredibile penultimo posto che sta facendo infuriare il presidente Niederhauser.

Il 7 dicembre invece arriva al Liberati il Cagliari nel turno infrasettimanale: i rossoblù dell’ex Liverani, pure loro retrocessi, viaggiano a centroclassifica e sono alle prese con la sostituzione del ds Capozucca. Al di là dell’affetto della piazza rossoverde per l’allenatore dei sardi, la Ternana dovrà stare attenta perchè i sardi non possono più lasciare punti in giro. L’11 dicembre trasferta al Druso di Bolzano contro il Sudtirol, vera rivelazione del campionato da quando è passato nelle mani di Bisoli: i biancorossi sono in piena zona playoff.

Il 18 dicembre arriva al Liberati il Como, altra grande delusa di inizio stagione: la proprietà anglo-indonesiana non è affatto contenta del terzultimo posto e le cure di Moreno Longo, che ha rimpiazzato Gattuso, per ora non paiono funzionare granchè. Il girone di andata si chiuderà in casa del Frosinone, attuale prima in classifica: sarà un giorno di Santo Stefano durissimo.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti