Resta in contatto

L'angolo del bomber

L’angolo del Bomber, Laureti: “La Ternana può arrivare in alto, ma le manca qualcosa” (VIDEO)

Riccardo Zampagna dialoga con Massimo Laureti, storica firma della Gazzetta dello Sport. Si parla del campionato delle Fere e delle altre e della vicenda stadio-clinica

Con la Ternana partita per Lecce, l’ospite di turno de L’Angolo del Bomber curato da Riccardo Zampagna è Massimo Laureti, firma storica della Gazzetta dello Sport che da anni segue le vicende rossoverdi Ecco alcuni spunti emersi.

Il campionato delle Fere

“La Ternana ha fatto il campionato che ci si attendeva: quando affronti un campionato diverso cambiando molto serve del tempo per trovare l’amalgama. Certo se la Ternana avesse avuto due punti in più, con 19 punti invece di 17, staremmo parlando di una stagione diversa, da applausi a scena aperta. Secondo me la Ternana ha fatto bene: purtroppo l’avvio ha rovinato la media. La Ternana è una squadra forte, ma per arrivare in alto ha bisogno di lavoro e un pizzico di qualità e personalità in più da qualche parte. E forse manca un vero leader. Capuano ha il carisma per farlo, lo ha dimostrato quando gioca, con l’autorevolezza che ha”.

Donnarumma? I rigori li sbaglia chi li tira. Ha fatto 6 gol e due assist, non penso si possa dire che sta facendo male. Avesse segnato i rigori sarebbe capocannoniere”.

Sul futuro: “La squadra ha i mezzi per affrontare la serie A e può puntarci, a patto che lo faccia in maniera intelligente. Non puoi farla pensando di competere con Milan e Juventus, devi farla sapendo quali sono le tue possibilità”.

Il campionato delle altre

Pordenone, Vicenza e Crotone stanno deludendo, soprattutto il Vicenza. La Spal sta facendo una operazione di recupero soldi, visti quelli che ha speso. La sorpresa è il Cosenza che ha fatto la squadra in due settimane: questo conferma che tecnico e ds sono molto bravi. Il Parma è disastroso, ma adesso è arrivato Iachini che metterà un po’ di italianità registrando la difesa e questo potrebbe aiutarli visto l’attacco che hanno. Il Perugia forse è andato oltre le attese, ma Alvini che conosce la serie B ed è retrocesso sa bene che puntare subito sul gioco non paga, ma lo farà a lungo andare. L‘Ascoli così in alto non è una sorpresa”.

Successivamente il discorso è andato sulla questione relativa della clinica e dello stadio con la presa di posizione dell’assessore Coletto, la risposta di Bandecchi e Latini e il parziale dietrofront dell’assessore. Laureti riassume la vicenda e commenta: “L’assessore ha fatto autogol, ma dal sindaco mi sarei aspettato una presa di posizione più netta ed immediata”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da L'angolo del bomber