Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

La Ternana sgretola pure la leggenda della ‘parte destra’

Smentiti i maligni, secondo i quali si vinceva solo perché si affrontavano le squadre meno forti. E qui c’è addirittura un paradosso.

Ternana vincente perchè favorita da un calendario facile e da incontri con le squadre della cosiddetta “parte destra della classifica?”. Ma nemmeno per sogno! Questa tesi, sostenuta dopo le prime giornate da alcuni “maligni”, ora è crollata letteralmente sotto i colpi dei risultati a raffica centrati dalla squadra di Cristiano Lucarelli, fin qui capace di un ruolino di marcia fatto di 9 vittorie, 3 pareggi e nessuna sconfitta. E se vediamo quali sono le squadre battute, ci accorgiamo che non sono proprio tutte da parte destra.

DODICI PUNTI A SINISTRA. Nelle sue 8 vittorie totali, la Ternana ne ha centrate ben quattro contro squadre che dopo undici giornate sono nelle prime dieci posizioni in classifica, dunque nella “parte sinistra” della graduatoria stessa. Una è il Bari, terza in classifica, battuta proprio nell’ultima partita e per di più a casa sua. Ma questa Ternana ha anche segnato ben cinque gol a un Catanzaro oggi gagliardamente al quinto posto, ha sconfitto nettamente il Foggia che si sta dimostrando come una delle rivelazioni del torneo con il momentaneo 8′ posto e anche la Paganese, alla seconda giornata, che al momento è decima.

IL PARADOSSO DEI PAREGGI. Questa Ternana capace di macinare tutti e di concedere poco e nulla agli avversari, fa registrare un dato paradossale, rispetto a quanto affermavano proprio gli scettici. Nella cosiddetta “parte destra” della classifica, quella dove ci sarebbero le squadre sulla carta più modeste, ci sono le sole tre squadre alle quali la Ternana ha concesso un punto. Solo Viterbese, Casertana e Palermo, al momento, sono uscite indenni contro la corazzata di Lucarelli. E tutte e tre, ad oggi, sono proprio da quella parte di classifica, rispettivamente diciassettesima, diciottesima e dodicesima.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti