Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Serie A, la Lega sposta Genoa-Milan. Col mal di pancia

La gara del 21 gennaio sarà disputata alle 15, mentre alle 20,30 slitta Juventus-Chievo in seguito alle disposizioni dell’Osservatorio del Viminale: ‘Si tratta di un passo indietro, ci auguriamo si torni presto alla normalità’

La questione è risolta ma non senza evidenti mal di pancia. Genoa-Milan è stata anticipata al pomeriggio del 21 gennaio: si giocherà alle ore 15 anziché alle 21, mentre nell’ orario più importante, quello delle 20,30, scivola di conseguenza Juventus-Chievo che invece prima era in programma alle 19.

La variazione è stata comunicata dalla Lega Calcio di Serie A in seguito alla disposizione dell’Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive del Viminale, che però non ha nascosto nel comunicato l’irritazione per questa decisione: ‘Prendiamo atto delle disposizioni dell’Osservatorio – scrive la Lega – e ci dispiace che i recenti episodi ci costringono a fare un passo indietro rispetto ai progressi degli ultimi anni. Ci auguriamo che si possa tornare presto alla normalità‘.

Per la cronaca Genoa-Milan era entrata nel mirino delle autorità di sicurezza a causa della violenza degli ultrà e della morte del tifoso nerazzurro Belardinelli lo scorso 26 dicembre, in seguito al quale il Ministro dell’interno Matteo Salvini aveva pubblicamente auspicato lo spostamento dell’orario. Certo è che chi tutto questo finirà per pagarlo sono come sempre i tifosi, vista la scarsa disponibilità ad andare allo stadio al lunedì pomeriggio, giorno in cui si lavora. Intanto, l’Osservatorio si è riservato ulteriori approfondimenti sull’analisi dei rischi relativi a Napoli-Lazio del 20 gennaio (ore 20,30) sospendendo nel frattempo la vendita dei biglietti per i residenti nel Lazio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News