Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ternana, papà Defendi e quell’infortunio ‘familiare’….

In conferenza stampa, il capitano svela il retroscena che sta dietro agli allenamenti saltati nella giornata di ieri e dice: “Ora tutto a posto”

Chiamatelo pure “incidente domestico”. Certo è che ieri, quando Marino Defendi non si è presentato all’allenamento un po’ di allarme c’è stato. Sia perchè Defendi è il capitano ed il leader della Ternana, si perchè il giocatore è un elemento versatile ed indispensabile, sia perchè il centrocampo deve già scontare diverse assenze,  ed infatti oggi il tecnico in allenamento ha provato anche Marco Frediani.

Oggi però è stato lo stesso giocatore, in conferenza stampa a chiarire che è tutto a posto: “Era un risentimento muscolare, ho recuperato, non c’è nessun problema“. Insomma si, un poì di dolore c’è ancora ma niente che gli impedisca di essere in campo domenica a Monza.

FIGLI IMPEGNATIVI Prima ancora che gli venga chiesta la motivazione dell’infortunio è lui stesso a svelarla, con un piccolo retroscena: “Sono tornato dai miei figli e mi sono impegnato a fondo con loro, ho sovraccaricato i muscoli e questa cosa probabilmente ha portato a che io ne risentissi un pò quando sono tornato ad allenarmi”. Off record, parlando con i cronisti fuori dall’intervista rivela: “Sono tornato a Bergamo, quest’anno la mia famiglia è lì, non l’ho portata con me a  Terni. Ho due bambini e sono spesso fuori, quindi ovviamente quando sono a casa mi impegno molto per loro...”

Il tema della famiglia è stato tirato in ballo anche parlando del tour de force che attende ora la Ternana: “Stavo giusto guardando il calendario dei prossimi due mesi, che ci costringerà a giocare una volta ogni tre giorni sempre. Ho pensato a chissà quando avrò mezza giornata per la mia famiglia…. – chiosa – Ma adesso è importante rimetterci in pari per raggiungere il nostro obiettivo“.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti