Resta in contatto

News

Clamoroso al Tar: la Ternana ha ragione

Arriva la sentenza, accoglie le istanze della Ternana ed emana una sospensiva, ma solo sulla serie B a 19 squadre. Per i criteri di ripescaggio, però emergerebbero novità importanti.

La Ternana ha ragione. Per il Tar del Lazio è così. Arriva la sentenza che di fatto dà una sospensiva, in attesa però di entrare nel merito in un’udienza fissata per il prossimo marzo 2019. Tuttavia, pare che per effetto di questa sospensiva, ci siano i presupposti per bloccare i campionati e  procedere ai ripescaggi. Con le ragioni pr le ricorrenti e, a quanto pare, il riconoscimento di ingenti danni. La Ternana spera. Ecco perchè.

LA B DEVE ESSERE A 22 E SI DEVE RIPESCARE. La serie B deve tornare a 22 squadre e si deve ripescare. Questo il contenuto, in ssotanza, della sospensiva emanata dal Tar del Lazio, che pare consideri pregiudiziale il proseguImento dei tornei in corso pRopro in conflitto con gli interessi e le ragioni delle ricorrenti. Stando a questo, dunque, a prescindere dalla decisione nel merito che arriverà il prossimo marzo, la sospensiva sarebbe sufficiente a bloccare tutto e a determinare i ripescaggi.

IL NODO DEL COMMA D4. CATANIA FUORI DAI GIOCHI? Già, ma chi ripescare? La sospensiva riguarda infatti solo il format della serie B, ma non l’impugnazione della soppressione del comma D4 del regolamento sui rispecsggi, quello cioè che considera ripescabile il Novara. Il provvedimento assunto dai giudici federali, dunque, ad oggi resta valido. Tuttavia, la Ternana avrebbe grande chance di finire tra le squadre riamesse in B a causa dell’illecito sportivo (e non amministartivo) che ha comportato un punto di penalizzazione al catania, con esclusione conseguente degli etnei dai ripescaggi. Si attendoni conferme e nuove notizia.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News