Resta in contatto

News

Fere, le ultime da Rimini: Martini in panchina, ma in tribuna c’è chi prenderà appunti

Il vice allenatore guiderà domani la squadra contro la Ternana, ma sarà solo una parentesi. Nessuna rivoluzione in campo, torna il difensore Ferrani

In casa Rimini panchina affidata momentaneamente all’ex giocatore del Perugia Marco Martini: sarà lui domani a guidare la squadra in campo contro la Ternana, ma in tribuna, a prendere appunti ci sarà Leonardo Acori, che con ogni probabilità già giovedì dovrebbe esser annunciata la sua nomina a nuovo allenatore della formazione biancorossa.

NIENTE RIVOLUZIONI. Martini, alla luce di questo, non dovrebbe stravolgere la squadra, come ha detto anche in conferenza stampa: “Dovremo mettere in campo un’attitudine all’applicazione ancora superiore alla media sia per il valore dell’avversario che per la situazione ambientale in cui si giocherà. Se tutte le partite sono difficili e mai scontate, quella di domani è particolarmente complicata perché andiamo ad affrontare un avversario che non avrebbe nemmeno bisogno di troppe presentazioni. Una squadra costruita per vincere, composta da giocatori fisici, muscolari, di esperienza e di grande qualità. Dobbiamo andare là togliendoci le scorie di questi giorni e cercando di fare la nostra partita senza nessun pensiero di timore. In questo momento non sono nelle condizioni di poter cambiare niente. Dovrò valutare come hanno recuperato i giocatori dopo la partita di domenica. Il tempo è talmente poco che non si può neanche valutare di inventare qualcosa di nuovo”.

E dell’atteggiamento da tenere dice: “Il Rimini deve essere il Rimini che conosciamo, con un atteggiamento propositivo ed un senso di appartenenza e sacrificio. Noi abbiamo la qualità per poter esprimere un certo tipo di calcio, credo che possiamo chiedere questo ai ragazzi perché è il presupposto per fare risultato”.

potrà contare sul recupero in difesa di Ferrani che dunque sarà uno dei tre centrali. L’unico dubbio è quello relativo all’attacco dove al fianco del bomber montenegrino Sasa Cicarevic, grande protagonista lo scorso anno della cavalcata verso la C, potrebbe giocare un solo compagno di reparto – vista la squalifica di Volpe per quinta ammonizione potrebbe toccare a Buonaventura – oppure il tecnico potrebbe optare anche per un trequartista, che nel caso sarebbe Candido, con l’esclusione di Variola a centrocampo. Probabile quindi un 3-4-1-2 con Scotti; Venturini, Ferrani, Petti; Bandini, Montanari, Alimi, Guliebre; Candido; Buonaventura, Cicarevic.

FIGLIO DI EX. Curiosità: in panchina – deve ancora esordire – c’è Luigi Buscè, classe 1998, centrocampista che il Rimini ha preso svincolato da L’Aquila, prodotto del vivaio dell’Empoli, dove aveva calcato i campi della seria A il padre Antonio, che passò anche da Terni con Osti direttore sportivo, senza però mai vestire il rossoverde in gare ufficiali.

Nella foto tratta dal suo profilo facebook Sasa Cicarevic

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News