Resta in contatto

News

Frattini a RadioInBlu: “Il Tar ha bloccato anche la B”. Venerdì si decide

Il presidente del Collegio di Garanzia del Coni ha parlato all’emittente della Cei. Se dovesse tornare il format a 22 lo stop sarà ufficiale. Intanto esplode il caso-Palermo

Tutto fermo, anche la serie B. Franco Frattini, presidente del Collegio di Garanzia del Coni ne aveva fatto cenno già ieri sera nel suo intervento ad Umbria Tv, oggi lo ha detto più chiaramente a Radio In Blu, l’emittente radiofonica della Conferenza Episcopale Italiana che trasmette via satellite ed attraverso una serie di radio locali (a Terni su Radio TNA):

“Il Tar del Lazio, oltre a sospendere la sentenza, ha sospeso anche il campionato di serie B. Venerdì 21 il Collegio di Garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova e si deciderà se la Serie B sarà a 22 o 19 squadre. E’ chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell’ordinanza collegiale del nove ottobre vorrebbe dire che fino ad allora la B non si giocherebbe e questo mi pare impossibile”.

GLI SCENARI.  Poi prosegue: “Venerdì 21 il Collegio di Garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova,  non presiederò io, ma ci saranno componenti individuati per criterio obiettivo. Presiederà il componente più anziano di età. Saranno coloro che hanno avuto più presenze nelle udienze del Collegio, i più assidui. Lì si deciderà se la Serie B sarà a 22 o 19 squadre Se dovesse decidersi per la prima ipotesi, lunedì prossimo si deciderà quali saranno le tre squadre, delle sei interessate, che dovranno essere ripescate”.

Le indicazioni che arrivano da fonti vicine alle Lega B sono però diverse. Perchè l’organismo non ha emesso alcuna comunicazione in merito e quindi – se non interverranno fattori nuovi da qui alle prossime ore – potrebbe anche essere disputata regolarmente venerdì Benevento-Salernitana (anche se il giudizio arriverà prima delle 21, proprio per questo motivo), salvo poi bloccare il campionato se il Collegio dovesse optare effettivamente per il ritorno alla B con 22 squadre, per la necessità di dover rifare – o rimodulare – il calendario.

CASO PALERMO. Intanto, come scrive l’altro portale del nostro gruppo Calciogrifo, anche il Palermo avrebbe infatti chiesto al Tar del Lazio di fermare tutti i campionati o almeno le partite di Palermo e Frosinone. La società del presidente Zamparini spera infatti di poter spuntare il 3-0 a tavolino nel contenzioso che la oppone ai ciociari, dopo il comportamento antisportivo nella finale play off (dalla panchina dei padroni di casa vennero lanciati in campo diversi palloni per impedire il regolare svolgimento del gioco).

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News