Resta in contatto

News

Ternana, fra le avversarie sfide inedite e grandi ritorni

Dall’Alto Adige, al club del presidente-allenatore, a quello intitolato all’alpino morto in guerra: il girone B offre grandi spunti. E rinverdisce antichi confronti

In attesa dei calendari, che stamattina la Lega Pro varerà a Firenze, il girone B, quello dove la Ternana è stata inserita offre diversi spunti. Sarà un vero e proprio giro d’Italia, del quale il punto più meridionale è rappresentato dal Teramo, portacolori dell’Abruzzo in serie C.

POLO NORD. Quello più a Nord invece è rappresentato dal Sudtirol. La formazione di Bolzano, inserita anche l’anno scorso nel raggruppamento adriatico, non ha mai incrociato i tacchetti con quella rossoverde e sarà una delle sfide inedite del girone per De Canio e compagni (sempre ammesso che il campionato parta).

La Ternana farà poi la conoscenza della curiosa realtà della Virtus Verona, matricola, terza squadra della città della Scala (esattamente del quartiere di Borgo Venezia) ed unica società professionistica in Italia il cui presidente, Luigi Fresco, da trentasei anni ricopre anche il ruolo di allenatore. Confronto assolutamente inedito per un team che in Umbria ha sin qui sfidato solo team dilettantistici.

Insieme alle marchigiane, alle trivenete ed alle emiliano romagnole, oltre alla compagine biancorossa altoatesina, ci sono alcune formazioni lombarde. Una di queste è la Giana Erminio di Gorgonzola.La squadra della città metropolitana di Milano, intitolata ad un sottotenente del battaglione Alpino caduto durante la Prima Guerra Mondiale (unica società professionistica in Italia a chiamarsi con un antroponimo, cioè con cognome e nome di una persona), è la terza e ultima primizia in un girone che vedrà diverse sfide tornare dopo tanto tempo.

A VOLTE RITORNANO. Contro due formazioni, la Ternana ha giocato soltanto in Coppa Italia. La prima è il Pordenone, partita a suo modo rimasta nella storia perchè la prima e unica che ha visto sulla panchina rossoverde Christian Panucci prima del clamoroso sfogo contro  Longarini che condusse al suo esonero. L’altra formazione è il Renate, contro la quale la Ternana disputò un match in gara unica nel 2009-10 (vittoria 3-2 con autorete e doppietta di Tozzi Borsoi).

La Ternana ritroverà l‘Imolese, neopromossa, dopo  23 anni dall’ultima sfida, in serie C2 (Massimo Silva in panchina, 5-0 all’andata per i rossoverdi, 3-0 per l’allora solo Imola al ritorno, in entrambi i casi fuori casa). In campionato, tornerà dopo 23 anni anche il derby col Gubbio, sfidato però in Coppa Italia nel 2009-10, oltrechè poche settimane fa nel Memorial Mancini.

SFIDE EPICHE. Contro le formazioni marchigiane, torneranno diverse sfide epiche: mancano da oltre 20 anni quelle contro Vis Pesaro e Fano, da 18 quella contro la Fermana: tre campi caldissimi che la Ternana incrocerà di nuovo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News